Reggio Emilia 8 febbraio 2010

LE GUARDIE ECOLOGICHE DI LEGAMBIENTE HANNO TROVATO E SEQUESTRATO TRAPPOLE E TAGLIOLE NEI MERCATINI DI SAN POLO E NOVELLARA. A GUASTALLA TROVATE TRAPPOLE IN CAMPAGNA CON LE ESCHE E UN AIRONE FERITO AL BECCO

"Durante la giornata di domenica, complice anche il bel tempo - dichiara il dott. Massimo Becchi presidente delle Guardie Giurate Ecologiche di Legambiente - numerose nostre guardie si sono attivate in attività di vigilanza che hanno riguardato anche i mercatini delle pulci che si svolgono alla domenica. Proporio in quello di San Polo e Novellara sono state sequestrate delle trappole a molla e una tagliola, tutte perfettamente funzionanti. Queste trappole non possono essere vendute in questi ambiti, neppure, come talvolta accade per le tagliole, come oggetti per arredo, visto che erano tutte funzionanti e quindi adatte ad un possibile impiego per catture vietate ed azioni di bracconaggio. Non dissimile la situazione a Guastalla, doveve sono state rinvenute in un podere tre trappole a molla di grosse dimensioni innescate e con all'interno le esche. In questo caso è stato chiesto l'intervento del Corpo Forestale dello Stato che ha proceduto al sequestro. Non lontano poi da queste trappole è stato rinvenuto un airone con la parte superiore del becco mancante, probabilmente ferito da una trappola. Catturato è stato trasportato a Parma al centro di recupero dell'avifauna." "Purtroppo - conclude Becchi - l'uso delle trappole è ancora i auge, tanto che ormai sono diverse quelle che abbiamo sequestrato. Sono comunemente in vendita anche presso negozi specializzati, ma non possono essere poste in campagna senza autorizzazione e con una targhetta identificativa, in quanto altrimenti trattasi a tutti gli effetti di bracconaggio. Spesso sono piccoli uccelli o volpi ad essere nel mirino di queste persone. Un ringraziamento particolare va al comandante Mugherli Luigi del distaccamento di Gualtieri del Corpo Forestale dello Stato che con i suoi uomini ci ha aiutato in questa operazione."

L'ufficio stampa: 348-7419763

 

Il Riciclo, mercatino del riuso di Legambiente

In considerazione delle nuove norme chi dovrebbero uscire a breva da parte della regione Emilia romagna riguardanti i mercatini del riuso, il nostro primo mercatino Il Riciclo al parcheggio della Polveriera nel 2020 si terrà domenica 17 maggio (previa autorizzazione da parte dell'amministrazione comunale di Reggio Emilia).

Tutti coloro che intendono partecipare al mercatino "Il Riciclo" di Legambiente Reggio Emilia devono REGISTRARSI preventivamente sul sito http://mercatini.legambientereggioemilia.it compilando i dati richiesti. Seguirà da parte di Legambiente la conferma della avvenuta registrazione. La registrazione - e solo questa- da la possibilità d'iscriversi ai mercatini alla data e ora di volta in volta stabiliti durante l'anno.

Comunicati Stampa

CONTROLLATI MOLTI CACCIATORI DALLE GUARDIE ECOLOGICHE DI LEGAMBIENTE NELLA PRIMA GIORNATA DI APERTURA ALL'ATTIVITA' VENATORIA ALLA FAUNA STANZIALE

Reggio Emilia, li 19 settembre 2021

Sono stati circa 90 i cacciatori controllati in quesa prima mattina di attività ventoria - dichiara Massimo Becchi presidente di Legambiente Reggio Emilia - alla fauna stanziale, ossia soprattutto fagiani e lepri, che ogni anno rappresenta un momento fondamentale per la ciaccia ma anche un momento delicato per la vigilanza sul territorio, in buona parte effettuata da volontari come le nostre Guardie Ecologiche. Con cinque squadre sono state controllate ampie porzioni di territorio sia nalla bassa reggiana, nella zona di Correggio, Reggio e Scandiano e in Val d'Enza. Se si esclude un caso isolato non sono state elevati verbali ed è stata buona la collaborazione dei cacciatori, in parte reggiani e in parte provenienti da fuori regione (soprattutto toscani). E' da rilevare - conclude Becchi - come rispetto agli anni passati dove il fagiano la faceva da padrone nel carniere, quest'anno ci sia stato una netta prevalenza di lepri abbattute, molto più presenti sul territorio dei volatili, che hanno accusato probabilmente un drastico calo legato anche alla prolungata siccità".

L'ufficio stampa: 348.7419763