PULIAMO IL MONDO: L’ABBANDONO DI RIFIUTI RESTA UN FENOMENO ANCORA TROPPO DIFFUSO. LA PLASTICA LA FA DA PADRONE SIA NEL CROSTOLO CHE A ALLE CASCATE DEL GOLFARONE A VILLAMINOZZO – BENE L’INIZIATIVA A CADELBOSCO, POVIGLIO, RUBIERA E NELLE SCUOLE

Si è svolto nei giorni scorsi Puliamo il Mondo, l’iniziativa che da 25 anni educa i cittadini alla cura del proprio ambiente e che ha contribuito negli anni ad una sensibilizzazione diffusa.

“A Reggio sabato pomeriggoo – dichiara Massimo Becchi – si è provveduto con alcuni cittadini e le nostre Guardie Ecologiche alla pulizia del letto del torrente Crostolo, dal parco di via Monte Cisa fino all’altezza del Gattaglio: dopo tre anni che non facevamo la pulizia abbiamo raccolto circa 20 sacchi di rifiuti, sia trasportati dall’acqua che lanciati dai ponti, dalle strade e dalle piste ciclabili che costeggiano il torrente. Resta sempre irrsolto l’abbandono di rifiuti nel retro del supermercato Lidl situato nei pressi del ponte di S. Pellegrino, che genera un’enormità di rifiuti sulla sponda e nel greto del Crostolo.  Gli oggetti più diffusi sono soprattutto state bottiglie di plastica e lattine, seguite da bottiglie di vetro, rifiuti domestici e lasciti da furti (lucchetti tagliati, chiavi, ecc). E’ comunqe impressionante la quantità di pezzi di plastica che si rinvengono, quasi tutta non biodegradabile e spesso frantumata dal sole o dal gelo, tanta da renderne difficile il recupero. E’ facile poi capire perché alle prime piogge questo materiale raggiunga il Po e poi il mare, contribuendo all’enorme mole di plastica presente nei nostri mari.

Non sono mancate le sorprese domenica mattina anche a Villa Minozzo, dove ha partecipato anche l’assessore all’ambiente Lucia Manicardi, per la pulizia della cascata del Golfarone: qui i rifiuti sono stati lasciati dai numerosi turisti che hanno frequentato l’area quest’estate e che hanno deciso di passare una giornata in un luogo suggestivo, lasciandovi anche una traccia tangibile del loro passaggio. Bottiglie di tutti i tipi, piatti di plastica, sigarette, rifiuti organici, bombolette sprai, insonna un po di tutto, condito da alcuni ritrovamenti di abbandoni “antichi” come boiler, il telaio di una Vespa, un materesso, mobilio vario”.

Venerdì mattina a Reggio è stata la volta della scuola primaria di Roncocesi Presso la “S. Giovanni Bosco”, dove un centinaio di bambini hanno ripulito le zone intorno alla scuola e alla chiesa e hanno approfittato della giornata per piantrare dei bulbi nel cortire scolastico.

Grande successo di Puliamo Il Mondo anche a Cadelbosco sabato 23: la giornata è iniziata al mattino con l'attività di pulizia delle aree circostanti il comprensorio scolastico che ha visto la partecipazione delle classi terze delle elementari e delle medie. Al pomeriggio si sono radunati gli ecogruppi formati da cittadini che si sono suddivisi nella pulizia del comune capoluogo e delle 3 frazioni di Argine, Seta e Cadelbosco Sotto.  A Cadelbosco Sopra il Sindaco Tania Tellini assieme a adulti e ragazzi hanno perlustrato il paese raccogliendo i segni dell'inciviltà e della maleducazione delle persone.
A Cadelbosco Sotto, il comitato genitori della scuola ha gestito la pulizia delle aree circostanti la scuola elementare.

A Villa Argine un gruppo di cittadini, aiutato spontaneamente dai migranti richiedenti asilo residenti nella piccola frazione, ha ripulito le aree circostanti la chiesa e il cimitero della frazione.
Infine un altro gruppo di cittadini si è occupato della pulizia della frazione di Villa Seta.
La giornata è stata organizzata dall'amministrazione comunale di Cadelbosco Sopra e Legambiente con il supporto dei Comitati Genitori delle Scuole Comunali e delle varie associazioni di volontariato operanti sul territorio.

Pur notando un piccolo miglioramento nella quantità di rifiuti raccolta dai volontari, permangono alcuni comportamenti incivili come l'abbandono di rifiuti pesanti a bordo strada (water, mobili, ecc..), di mozziconi di sigaretta, cartacce, bottiglie di vetro nei parchi durante la notte.

A Poviglio si è svolta l’iniziativa sabato mattina, organizzato dal Comune a cui hanno partecipato tutte le classi della scuola elementare “G. Pascoli”: le I e le II hanno ripulito il cortile interno della scuola; la III, IV e V si sono occupate del parcheggio della scuola, mentre le classi II della scuola media “De Sanctis”, si sono impegnate per ripulire la pista ciclo-pedonale, il parco intorno al polo scolastico, il centro polisportivo. Tutte le classi si sono infine incontrate al circolo ARCI Kaleidos per i saluti e i ringraziamenti. Hanno inoltre contribuito alla buona riuscita dell'iniziativa il ComitatoGenitori, l'assessora alla culture Malpeli Isa e l'associazione Zeppelin.

Nel pomeriggio il gruppo scout AGESCI Poviglio-Boretto 1 si è incaricato di ripulire il centro del paese.

A Rubiera domenica mattina l’iniziativa ha visto la partecipazione di oltre 30 persone che sono partite dalla Corte Ospitale fino al parco Don Andreoli, raccogliendo rifiuti vari lungo il percorso fra cui anche scarpe e un sacco di polistirolo.

“Un’ iniziativa – conclude Becchi – che dimostra non solo la grande voglia di fare delle persone ma anche la loro attenzione e sensibilità ai temi ambientali e alla cura dei beni comuni”.

 

Il Riciclo, mercatino del riuso di Legambiente

Legambiente RE effettuerà in Polveriera un mercatino del riuso chiamato "IL Riciclo". L'intento è quello di favorire una seconda vita agli oggetti e alle cose delle nostre case. Le date di quest'anno sono le seguenti:

Domenica 8 ottobre 2017 inizio iscrizioni lunedi 2 ottobre 2017 ore 20:00

Domencia 12 novembre 2017 inizio iscrizione lunedi 6 novembre 2017 ore 20:00

Per iscriversi al mercatino mandare una mail a partire dalla data e ora segnalata come inizio iscrizione con la prenotazione indicando nome, cognome, numero di telefono e comune di residenza, tutto in una unica riga diviso da spazi, come da esempio di seguito,

ROSSI PAOLO 3401234567 CAVRIAGO (RE)

all'indirizzo:

mercatino@legambientereggioemilia.it

Le iscrizioni saranno accettate in ordine cronologico di arrivo a partire rigorosamente dalle ore 20:00:00. Sarà inviata risposta di accettazione, con le indicazioni organizzative, entro 48 ore.

NOVITA! Non si spedirà una mail per la non accettazione. Sarà predisposta una lista d’attesa di 20 espositori. Si prega nel caso di rinuncia di scrivere una mail per la disdetta il prima possibile. Non saranno ammesse prenotazioni telefoniche. Con ogni mail è possibile prenotare una singola piazzola. Ogni persona può effettuare una sola iscrizione.

IMPORTANTE: Sono ammessi al mercatino solo coloro che si presenteranno con una autovettura (per il trasporto di persone). Anche i mezzii di supporto, che poi dovranno uscire, dovranno essere autovetture. Non sarà ammesso un altro tipo di veicolo che non sia una autovettura.

Nel corso dell'anno non si può partecipare più di due volte come espositore.

Prezzo della piazzola euro 15. Pagamento da effettuare in loco direttamente la domenica mattina.

Nota 1: A seguito dei lavori di ristrutturazione del parcheggio che ospita il mercatino, si prevede l'utilizzo anche di parte del parcheggio di fronte (parte antistante Viale Olimpia), la chiusura della strada e l'inserimento di una trentina di banchi in più ripetto alla solita capienza.

Nota 2: si informa che domenica 8 di ottobre sarà la prima domenica ecologica, con il divieto di circolazione dalle ore 8,30 alle 18,30 , per i seguenti veicoli (come tutte le giormate dal 1° ottobre al 31 marzo 2018):

  • Veicoli a benzina Euro 0 e Euro 1
  • Veicoli diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2 e Euro 3
  • Veicoli commerciali diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2 e Euro 3

Per più informazioni sulla viabilità consultare la pagina web comunale

http://www.municipio.re.it/retecivica/urp/retecivi.nsf/PESDocumentID/CA2A71F9E1A9CB96C1257ED1003A2604?opendocument

Comunicati Stampa

Nel fitto bosco di Romita, nei pressi di Civago, a più di 1000 metri di altezza, domenica 15 ottobre i volontari della Legambiente RE si sono dati appuntamento per raccogliere le castagne che saranno vendute al banchetto di S. Prospero, festa del patrono di Reggio Emilia, il giorno 24 novembre. Tutti questi gustosi frutti sono stati raccolti rigorosamente a mano (eh sì..le spine fanno male...).

Dopo la raccolta, i nostri volontari hanno iniziato il processo per conservare le castagne a lungo con un metodo molto tradizionale: la novena.  Si chiama così perché la “curatura in acqua” (nome alternativo) viene espletata nell’arco di nove giorni.

In questo lasso di tempo, le castagne sono state poste in recipienti pieni d'acqua in modo che ne siano ricoperte, e parte del liquido viene cambiato un paio di volte al giorno. Parte delle castagne emerge e significa che non sono buone e vengono quindi scartate.

Il processo continua...vi aspettiamo per la vendita alla bancarella di Legambiente a S. Prospero!

Il nostro ringraziamento va a tutti i volontari che si sono offerti per la raccolta e al volontario che ci ha permesso di raccoglierli nel suo castagneto secolare e chi adesso le ha a casa e le tratta con cura.

PS: cercasi volontari per effettuare i pacchi il 22 e il 23 novembre :)