PLOGGING A CORREGGIO. DOMENICA 19 LUGLIO PRIMA INIZIATIVA DI ALLENAMENTO SOSTENIBILE

Il PLOGGING è l’allenamento sostenibile che aiuta l’ambiente: perché non ripulire il tragitto da cartacce, mozziconi di sigarette, plastica, lattine, bottiglie, mentre si cammina e si corre? Il plogging nasce da questa semplice idea. Cammina, corri e raccogli. In una parola: "plogga". Il plogging è un'attività che fa bene al corpo e anche all'ambiente. Il termine è il risultato dell'unione tra le parole "jogging" e "plocka upp", che vuol dire "raccogliere" in svedese. Tutto nasce in Svezia nel 2017, quando un gruppo di runner che correvano sempre insieme ha deciso di imprimere all’allenamento una svolta ecologista. Da lì comincia un rapido passaparola, qualche video sui social, e il nuovo sport si diffonde prima a Stoccolma, poi nel resto del Paese e infine supera i confini svedesi e sbarca nel resto del mondo. Il plogging è un modo per tenersi in forma e rendere vivibile l’ambiente che ci circonda, rendere più pulito il parco, il quartiere e la città in cui vive. Una sorta di attivismo sportivo che prevede di fare sport, in questo caso camminare o correre, e di raccogliere i rifiuti che si trovano lungo il percorso.

Legambiente Reggio Emilia organizza per domanica 19 luglio la prima iniziativa di questo tipo nella nostra provincia, insieme ai soci e ad un gruppo di appassionati.

IL RITROVO È PRESSO IL CONAD IN VIA DON G. MINZONI N° 27/29 A CORREGGIO ALLE ORE 8.30 PER FINIRE CIRCA ALLE 10,30.

“E’ un’attività – dichiara Massimo Becchi presidente di Legambiente Reggio Emilia – per prendersi cura tutto l’anno del territorio in cui si vive, ampliando iniziative come Puliamo il Mondo, che da anni ci vedono impegnati nel sensibilizzare i cittadini e le istituzioni sulla corretta raccolta e smaltimento dei rifiuti, riducendo sensibilmente gli abbandoni”.

Per iscrizioni contattare la nostra guardia ecologica volontaria Bokar

cell: 3485738613

email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. com

La tenuta da plogging prevede scarpe da running, tuta, pantaloncini o leggings, T-shirt e un sacchetto spazioso (ma facile da tenere in mano) e guanti per poter raccogliere lattine, plastica, cartacce, mozziconi e ogni genere di rifiuto incontrato lungo il percorso. Legambiente fornirà comunque pinze per raccogliere i rifiuti e sacchetti.

 

II appuntamento: domenica 26 ore 8:30 in piazzale Aldo Moro, Correggio.

 

Il Riciclo, mercatino del riuso di Legambiente

In considerazione delle nuove norme chi dovrebbero uscire a breva da parte della regione Emilia romagna riguardanti i mercatini del riuso, il nostro primo mercatino Il Riciclo al parcheggio della Polveriera nel 2020 si terrà domenica 17 maggio (previa autorizzazione da parte dell'amministrazione comunale di Reggio Emilia).

Tutti coloro che intendono partecipare al mercatino "Il Riciclo" di Legambiente Reggio Emilia devono REGISTRARSI preventivamente sul sito http://mercatini.legambientereggioemilia.it compilando i dati richiesti. Seguirà da parte di Legambiente la conferma della avvenuta registrazione. La registrazione - e solo questa- da la possibilità d'iscriversi ai mercatini alla data e ora di volta in volta stabiliti durante l'anno.

Comunicati Stampa

CONTROLLATI MOLTI CACCIATORI DALLE GUARDIE ECOLOGICHE DI LEGAMBIENTE NELLA PRIMA GIORNATA DI APERTURA ALL'ATTIVITA' VENATORIA ALLA FAUNA STANZIALE

Reggio Emilia, li 19 settembre 2021

Sono stati circa 90 i cacciatori controllati in quesa prima mattina di attività ventoria - dichiara Massimo Becchi presidente di Legambiente Reggio Emilia - alla fauna stanziale, ossia soprattutto fagiani e lepri, che ogni anno rappresenta un momento fondamentale per la ciaccia ma anche un momento delicato per la vigilanza sul territorio, in buona parte effettuata da volontari come le nostre Guardie Ecologiche. Con cinque squadre sono state controllate ampie porzioni di territorio sia nalla bassa reggiana, nella zona di Correggio, Reggio e Scandiano e in Val d'Enza. Se si esclude un caso isolato non sono state elevati verbali ed è stata buona la collaborazione dei cacciatori, in parte reggiani e in parte provenienti da fuori regione (soprattutto toscani). E' da rilevare - conclude Becchi - come rispetto agli anni passati dove il fagiano la faceva da padrone nel carniere, quest'anno ci sia stato una netta prevalenza di lepri abbattute, molto più presenti sul territorio dei volatili, che hanno accusato probabilmente un drastico calo legato anche alla prolungata siccità".

L'ufficio stampa: 348.7419763