Reggio Emilia 4 settembre 2009

OPERAZIONE PO 2009 A BORETTO PER PARLARE DI ECOMAFIE E CICLO DEL CEMENTO

Operazione Po, la campagna di tutela e valorizzazione del grande fiume attraccherà nel pomeriggio di oggi a Boretto (RE).

Durante la conferenza stampa che si svolgerà sabato 5 settembre alle 11 all'attracco verranno illustrate le proposte di Legambiente per il futuro del Po, si parlerà di ambiente e legalità, ecomafie e ciclo del cemento e verranno diffusi i dati sulla qualità delle acque dalla sorgente fino alla province di Reggio Emilia e Mantova.

Interverranno:

Massimo Serafini
Segreteria nazionale di Legambiente e portavoce di Operazione Po

Antonio Pergolizzi
Responsabile Osservatorio Nazionale Ambiente e Legalità

Massimo Becchi
Ufficio di Presidenza di Legambiente Emilia-Romagna

I giornalisti che volessero visitare l'imbarcazione durante la sosta a Boretto possono mettersi in contatto con l'ufficio stampa di bordo

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. '; document.write( '' ); document.write( addy_text46623 ); document.write( '<\/a>' ); //--> Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
347-3220218 / 348-7823036

 

Il Riciclo, mercatino del riuso di Legambiente

In considerazione delle nuove norme chi dovrebbero uscire a breva da parte della regione Emilia romagna riguardanti i mercatini del riuso, il nostro primo mercatino Il Riciclo al parcheggio della Polveriera nel 2020 si terrà domenica 17 maggio (previa autorizzazione da parte dell'amministrazione comunale di Reggio Emilia).

Tutti coloro che intendono partecipare al mercatino "Il Riciclo" di Legambiente Reggio Emilia devono REGISTRARSI preventivamente sul sito http://mercatini.legambientereggioemilia.it compilando i dati richiesti. Seguirà da parte di Legambiente la conferma della avvenuta registrazione. La registrazione - e solo questa- da la possibilità d'iscriversi ai mercatini alla data e ora di volta in volta stabiliti durante l'anno.

Comunicati Stampa

Abbiamo voluto aggiungere il nostro contributo a quanti si sono adoperati in queste ultime settimane per affrontare l’emergenza Covid-19, raccogliendo fondi per 1500 euro dai nostri associati e aggiungendone di propri dell’Associazione, anche a testimonianza dell’importante lavoro svolto dal personale sanitario che è sempre stato in prima linea nell’affrontare l’emergenza.  Le nostre attività, come tutte quelle del terzo settore, sono sospese, ma rimane l’impegno e la disponibilità dei nostri volontari di protezione civile per necessità legate all’assistenza alla popolazione.