FRA I VARI ABBANDONI DI RIFIUTI ANCHE DUE BIG BAGS DI FARMACI SCADUTI- NECESSARIA UNA VELOCE RIMOZIONE

FRA I VARI ABBANDONI DI RIFIUTI ANCHE DUE BIG BAGS DI FARMACI SCADUTI- NECESSARIA UNA VELOCE RIMOZIONE

"Sembra incredibile - dichiara Massimo Becchi presidente di Legambiente Reggio Emilia - ma fra i materiali pericolosi rinvenuti negli ormai consueti abbandoni che segnaliamo agli organi competenti, non bastava l'eternit, ora sono stati rinvenuti dei sacconi (big bags) di farmaci scaduti a pochi metri dai rio Moreno a Reggio Emilia. In via Oscar Zanichelli infatti, in aperta campagna, i soliti ignoti hanno approfittato di una comoda carraia a fianco del rio stesso per lasciare questi farmaci in due grossi sacchi, indubbiamente scaricati da un camion con una gru. Oltre a questo hanno abbandonato anche estintori, pneumatici e materiale vario. Vista la pericolosità di questi farmaci è urgente una bonifica dell'area, in parte già realizzata nelle scorse setimane, ma che non ha interessato questi due ultimi big bags: difficile immaginarsi le conseguenze in caso di pioggia o neve, sia per l'impossibilità di raggiungere il sito, sia per il possibile ruscellamento nel rio delle acque di sgrondo dei farmaci. In questo caso è inoltre necessaria un'operazione di investigazione seria, risalendo dal lotto dei farmaci ai detentori, in modo da poter ricostruire la filiera fino allo smaltitore finale.

Purtroppo gli abbandoni sono moltissimi nella nostra provincia - conclude Becchi - : nel corso del 2016 le nostre Guardie Ecologiche hanno segnalato 180 discariche abusive, di queste il 62 % (ovvero 111) nel solo comune di Reggio, a testimoniare come il fenomeno, che aveva subito una battuta di arresto prima della crisi del 2008, sia ora un problema vero. Non mancano anche i veicoli in stato di abbandono, ovvero parcheggiati su suolo pubblico e lasciati alle mercé delle intemperie e dei vandali, che spesso ne smontano dei pezzi e le rendono pericolose per l'ambiente e inutilizzabili. Molti di questi abbandoni contengono poi rifiuti pericolosi come l'eternit".

Per incrementare i nostri servizi di vigilanza ambientale Legambiente sta organizzando un nuovo corso di formazione di Guardie Ecologiche Volontarie , che partirà a febbraio. Chi vuole iscriversi o saperne di più si terrà una serata di presentazione il 23 gennaio (lunedì p.v.) alle ore 21  presso Legambiente in via Mazzacurati 11 (area magazzini comunali) a Reggio. Durante la serata saranno illustrati i compiti delle Guardie Ecologiche Volontarie, i poteri di accertamento e come è strutturato il corso stesso. Alla serata possono partecipare tutti i cittadini interessati. La tutela del territorio passa anche dai singoli cittadini che mettono in pratica comportamenti virtuosi. Per infomazioni 0522.431166 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 
Serata informativa per le nuove aspiranti Guardie Ecologiche della Legambiente

è previsto per il prossimo 23 gennaio alle ore 21 una serata informativa aperta a tutti i cittadini interessati a diventare nuove Guardie Ecologiche Volontarie della Legambiente Reggio Emilia.

L'incontro si terrà presso la sede dell'associazione in via Mazzacurati 11, a Reggio Emilia, area magazzini comunali.

Lo scopo è quello di far conoscere la figura della guardia ecologica e la sua funzione all'interno del territorio della provincia. Interverrà per l'occasione il presidente del Raggruppamento Massimo Becchi e alcune guardie esperte con le quali sarà possibile dialogare e scambiarsi informazioni ed esperienze.

Durante l'incontro si raccoglieranno le iscrizioni per il prossimo corso che comincerà nei primi mesi del 2017.

Sia l'incontro che il corso saranno gratuiti.

«L'importanza delle Guardie Ecologiche nel nostro territorio è più che mai importante – spiega Massimo Becchi – diventare una guardie ecologica significa infatti impegnarsi attivamente per il benessere e la tutela dell'ambiente che ci circonda, diventado dei veri e propri tutori del territorio».

 
Progetto di forestazione urbana “Gran Mutuo Green”

1.500 nuovi alberi di specie autoctone saranno messi a dimora tra il 12 e il 20 novembre 2016 (in prossimità alla Giornata Nazionale dell’albero, il 21 novembre ) grazie ad un progetto di forestazione urbana promosso dalla società AzzeroCO2 s.r.l e cofinanziato dal Gruppo Cariparma - Crédit Agricole.

  • Il progetto di forestazione riguarderà principalmente la zona del Campo Volo dove è prevista la messa di 1.050 nuove piantine nell’attuale Bosco Berlinguer (per completare lo stesso) e 270 nell’area di via Marro adiacente all’isola ecologica (per attuare anche un intervento di riqualificazione su un’area attualmente degradata).
  • Le restanti piante saranno collocate in aree residenziali urbane o periurbane già destinate a parchi, dove la necessità prevalente è di incrementare la piantumazione al fine della mitigazione climatica e per rendere più fruibili i parchi: Parco “Serge Reggiani”, in via Settembrini, e “Campo di Marte II”, in via Papa Giovanni XXIII.

I nuovi alberi del progetto di forestazione urbana “Gran Mutuo Green” saranno messi a dimora grazie alla preziosa collaborazione del circolo di Legambiente Reggio Emilia e G.E.L. e degli Scout CNGEI ( che pianteranno oltre 1.000 alberi nel Bosco Berlinguer), nonché degli scout AGESCI ( impegnati nelle piantumazioni di 270 alberi in via Marro) e dei volontari del verde ( che pianteranno nei due parchi).

GUARDA TUTTE LE FOTO SU NOSTRO PROFILO FACEBOOK: LEGAMBIENTE REGGIO EMILIA

 
UNA SQUADRA DI PROTEZIONE CIVILE DI LEGAMBIENTE REGGIO EMILIA A ACCUMOLI PER IL RECUPERO DEI BENI CULTURALI

“Resterà nella zona di Accumoli, uno dei comuni colpiti dal sisma di pochi mesi fa in provincia di Rieti – dichiara Massimo Becchi presidente di Legambiente Reggio Emilia – per tutta settimana una squadra di cinque nostri volontari, impegnata nel gravoso compito di recuperare dalle macerie degli edifici privati le parti con un valore storico ed architettonico. L’attività è in collaborazione con il corpo di Vigili del Fuoco e con la Soprintendenza che coordina il recupero. In questo modo nella ricostruzione sanno riutilizzati questi elementi architettonici, mantenendo la memoria storica dei paesi colpiti dal sisma”.

Legambiente da anni organizza corsi di protezione civile su questa materia, proprio perché dopo la prima emergenza che riguarda le persone, in un Paese come il nostro, occorre affrontare il recupero e la messa in sicurezza dei bani culturali, che inevitabilmente vengono danneggiati o distrutti dai terremoti.

Chi è interessato a conoscere le attività di protezione civile e le modalità per diventare volontari operativi può rivolgersi al numero 0522.431166 dalle 9 alle 13 dal lunedì al venerdì o scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 1 di 18

DOPOSCUOLA DI LEGAMBIENTE

APERTE LE ISCRIZIONI DEL SECONDO TRIMESTRE!

Doposcuola di Legambiente: tra compiti e laboratori ecologici

In occasione del nuovo inizio delle scuole, dopo la pausa natalizia, dall' 11 gennaio 2017 Legambiente riaprirà il doposcuola pomeridiano per bambini dai 4 ai 12 anni, presso il Centro Sociale di Fogliano.

I più grandi verrano seguiti nei compiti dai volontari dell'associazione e avranno l'occasione di approfondire le loro conoscenze sui temi ambientali attraverso giochi e lavori di gruppo.

I più piccoli potranno divertirsi con laboratori didattici e giochi ecologici. Le attività in programma avranno come tema le festività e le stagioni dell'anno.

Per i laboratori saranno utilizzati oggetti e materiali di recupero e scarto, promuovendo così i principi di tutela e valorizzazione del territorio che da sempre caratterizzano Legambiente.

I doposcuola saranno attivi fino alla fine dell'anno scolastico, ogni mercoledì dalle 15 alle 18.

Il prezzo è di 5 euro a giornata, con tariffe agevolate per i fratelli e per iscrizioni a più giornate.

Per ulteriori informazioni scrivere a segreteria@legambientereggioemilia.it, oppure chiamare al 0522/431166 dalle 9:00 alle 13:00 dal lunedì al venerdì.

SCARICA QUI IL PROGRAMMA DEL PRIMO TRIMESTRE!

E QUI IL PROGRAMMA DEL SECONDO TRIMESTRE!!!

Comunicati Stampa

“Resterà nella zona di Accumoli, uno dei comuni colpiti dal sisma di pochi mesi fa in provincia di Rieti – dichiara Massimo Becchi presidente di Legambiente Reggio Emilia – per tutta settimana una squadra di cinque nostri volontari, impegnata nel gravoso compito di recuperare dalle macerie degli edifici privati le parti con un valore storico ed architettonico. L’attività è in collaborazione con il corpo di Vigili del Fuoco e con la Soprintendenza che coordina il recupero. In questo modo nella ricostruzione sanno riutilizzati questi elementi architettonici, mantenendo la memoria storica dei paesi colpiti dal sisma”.

Legambiente da anni organizza corsi di protezione civile su questa materia, proprio perché dopo la prima emergenza che riguarda le persone, in un Paese come il nostro, occorre affrontare il recupero e la messa in sicurezza dei bani culturali, che inevitabilmente vengono danneggiati o distrutti dai terremoti.

Chi è interessato a conoscere le attività di protezione civile e le modalità per diventare volontari operativi può rivolgersi al numero 0522.431166 dalle 9 alle 13 dal lunedì al venerdì o scrivere a info@legambientereggioemilia.it