RIAPRE LUNEDI' 22 AGOSTO "BIOLOGIOCO" IL CAMPO GIOCHI DI LEGAMBIENTE A CANALI

Riapre lunedì prossimo, 22 agosto, il campo giochi di Legambiente dedicato alle tematiche ambientali, che ha visto da giugno altre 200 bambini partecipare alle animazioni e alle attività del campo. Biologioco è una proposta alternativa per far passare un'estate all'aria aperta ai propri figli che potranno così conoscere ed apprezzare la vita di campagna ed esplorare la natura circostante. All'interno di una stalla in disuso opportunamente riadattata e adibita ad esclusivo uso del campo giochi, i ragazzi potranno allevare i piccoli animali della fattoria e godere degli ampi spazi aperti dell’azienda agricola con il vicino torrente. Oltre a ciò verranno proposte varie attività ludiche, atelier di riuso creativo di materiali di riciclo e visite ai musei della città, il tutto tenendo sempre presenti le finalità di educazione ambientale del campo.

Le attività sono quindi all'aria aperta ed in un contesto lontano da quello solito scolastico, in mezzo al verde e agli animali, con la contemporanea comodità per i genitori di trovarci in piena città. Ogni settimana verrà dedicata ad una specifica tematica ambientale, di modo che attraverso giochi, animazione, visite didattiche ecc. i bambini possano confrontarsi in maniera più consapevole con la realtà che li circonda...e tutto questo divertendosi.

Durante le ultime settimane di apertura del campo estivo di Legambiente prima dell'inizio delle scuole, sono previste particolari attività a contatto con il territorio, infatti in collaborazione con l'Azienda Agrituristica La Razza e in occasione del periodo della vendemmia andranno bimbi ed animatori armati di attrezzi e vestiti adatti, a raccogliere l'uva che il giorno dopo ci servirà per fare il mosto: come si faceva una volta, ci divertiremo a pigiare l'uva con i piedi! Per completare il programma ci saranno moltecipli attivitta come laboratori con la lana, attività sui diversi ecosistemi e passeggiate con gli asinelli. Ci saranno anche delle uscite in piscina e a Cerwood. Come da tradizione ci saluteremo con  la grande notte in tenda dell'ultimo giorno. è possibile scaricare il programma completo sulla pagina web: www.legambientereggioemilia.it

Per ulteriori informazioni su BioLoGioco rivolgersi direttamente ai numeri 0522.431166 oppure 3289860926 oppure scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Torna "Biologioco", il campo estivo di Legambiente

Il campo giochi è situato all’interno dell’azienda agricola e fattoria del golf “La Razza” in località Canali a Reggio Emilia.
Le attività si svolgeranno sia all’aperto che all’interno di una stalla risistemata e adibita a campo giochi, nell’intento di fornire un ambiente il più accogliente possibile e certamente diverso da quello che i bambini vedono tutti i giorni.
Un giorno alla settimana è dedicato alla piscina.

Biologioco si caratterizza per i laboratori didattici legata all’ambiente e per il contatto con piccoli animali (conigli, galline, pecore…).
Il rapporto fra educatori e bambini è di circa un educatore ogni 10 bambini.
Età da 4 a 12 anni.

Costo Settimanale: 50 € da versare al momento dell’iscrizione con sconto di 5 € per i fratelli.
Quota a parte per le uscite (eccetto la piscina).
Da lunedì 6 giugno a venerdì 29 luglio e da lunedì 22 agosto alla ripresa delle scuole,
dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 13.00

Novità: gruppo di piccolini (da 4 a 6 anni)

Si consiglia di portare un cambio e la merenda.

Per iscriversi basta compilare la scheda allegata e consegnarla direttamente o spedirla
(via Fax o email) a:

Legambiente Reggio Emilia
Via Mazzacurati, 11 - 42122 Reggio Emilia
Tel 0522 431166 / Fax 0522 391458
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Per ulteriori informazioni su BioLoGioco rivolgersi direttamente
ai numeri 0522.431166 - 328.9860926 Irene

SCARICA QUI IL VOLANTINO CON LA SCHEDA D'ISCRIZIONE !!!

SCARICA QUI IL PROGRAMMA COMPLETO

 
Corso di disegno naturalistico alla Riserva di Valle Re

 
Operazione “Porte Chiuse” – Indagine su circa 300 attività del centro storico di Reggio sull’uso dell’aria condizionata – Il 58 % non rispetta la chiusura delle porte quando raffresca l’esercizio commerciale

L'ordinanza del Sindaco di Reggio Emilia che dal primo luglio fino a fine settembre obbliga gli esercizi commerciali e i luoghi di ristoro a mantenere la porta chiusa mentre l'aria condizionata è accesa, sebbene sia supportata da valide motivazioni scientifiche e dal buon senso, non sembra sia stata recepita completamente dai commercianti della città.

Su segnalazione di alcuni cittadini Legambiente Reggio Emilia, in collaborazione con le Guardie Ecologiche di Legambiente, ha eseguito uno studio sul campo sugli esercizi commerciali all'interno dell'esagono, per appurare se effettivamente l'ordinanza fosse rispettata.
Sono state coinvolte alcune vie del centro con la concentrazione più alta di esercizi commerciali: da via Emilia S. Pietro a via Emilia S. Stefano, via Farini, corso Garbaldi, via Panciroli, via Ariosto, via S. Carlo, via Broletto, via Franzoni, piazza Fontanesi e piazza S. Prospero.
Complessivamente sono state analizzate quasi 300 attività, divise tra imprese commerciali e luoghi di ristoro, prendendo in considerazione solo quelle che  avevano l'aria condizionata accesa.
I risultati purtroppo hanno evidenziato che di questi quasi il 58%  non stavano rispettando l'ordinanza del sindaco. Sono quasi equivalenti i risultati delle due categorie analizzate: il 55% dei luoghi di ristoro contro quasi il 60% dei negozi tengono le porte aperte con il sistema di climatizzazione acceso.
«I risultati non ci hanno sorpreso – commenta Massimo Becchi, presidente dell'associazione – non è difficile essere “travolti” da una corrente di aria fredda mentre si passeggia lungo il marciapiede proveniente dalle imprese che usano questa tattica di marketing per spingere l'acquirente ad entrare. Non è possibile tuttavia pensare che questa possa essere un comportamento accettabile: non ha alcun senso logico raffreddare i due metri quadri di cemento antistante sprecando energia e preziose risorse».
É risultato eclatante inoltre che le imprese più grandi, che già devono raffreddare una superfice molto ampia, tengono consapevolmente le porte automatiche bloccate, aumentando così la dispersione e i consumi che inevitabilmente incideranno sui cittadini in termini di spesa e di salute. Emerge chiaramente una carenza pressoché totale sui controlli: un’ordinanza senza controlli è infatti, di fatto, carta straccia.


Al di là della sanzione amministrativa prevista ci auguriamo che nasca nel commerciante un senso di responsabilità civica, e chiediamo ai consumatori di evitare i soggetti che non rispettano l'ordinanza, per fare in modo di modificare nel tempo questo comportamento sbagliato. Legambiente si chiede inoltre se l'ordinanza non sia più che altro un fatto dovuto o se davvero il comune ha l'intenzione di spendersi per raggiungere gli obiettivi prefissati dal programma “Reggio Respira”.

 

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 1 di 17

Campo estivo 2016 BioLoGioco

NEWS


Biologioco significa giocare con la natura: partire dal gioco e dal divertimento per far scoprire e conoscere ai bambini il mondo circostante avvicinandosi all'ambiente.

DA LUNEDì 6 GIUGNO A VENERDì 29 LUGLIO E DA LUNEDì 22 AGOSTO ALLA RIPRESA DELLE SCUOLE
DA LUNEDì AL VENERDì DALLE 7:30 ALLE 13:00

SCARICA QUI IL VOLANTINO E LA SCHEDA D'ISCRIZIONE

Comunicati Stampa

Legambiente anche quest’anno lancia il Giretto d’Italia 2016, iniziativa nazionale che ha lo scopo di promuovere la mobilità ciclistica. L’iniziativa è organizzata da Legambiente e VeloLove in collaborazione con Euromobility e Fiab. La data dell’iniziativa sarà mercoledì 21 settembre.

Dopo il successo dello scorso anno, anche in questa edizione il monitoraggio sarà concentrato sugli spostamenti casa-lavoro (bike to work). Saranno quindi considerati gli spostamenti effettuati in bici per recarsi sul posto di lavoro. I monitoraggi saranno effettuati da volontari che in un arco temporale predefinito e attraverso appositi check point predisposti all’ingresso dei luoghi di lavoro (Comuni, aziende, altri enti) che avranno aderito all’iniziativa, monitoreranno il numero di bici in transito.

Il Giretto d’Italia sarà una delle iniziative programmate per la Settimana Europea della Mobilità di settembre 2016 (Mobility Week). Sarà realizzato in collaborazione con aziende e i mobility manager delle stesse, e, novità assoluta, con il progetto europeo BikeToWork (www.biketowork.it).

La partecipazione sarà aperta a tutti i comuni, Enti e aziende che vorranno parteciparvi.

Per qualsiasi informazione o chiarimento potete far riferimento a Mirko Laurenti:
tel. 0686268312,
mail: m.laurenti@legambiente.it.