Corso di formazione per Guardie Giurate Ecologiche Volontarie

Presentazione Corso di formazione per Guardie Giurate Ecologiche Volontarie 2022


 
TRA REGGIO EMILIA E CORREGGIO: IL PRIMO GIRO D'ITALIA DI PLOGGING E LA NUOVA STAGIONE DI "CACCIA AI RIFIUTI"

Da un idea di Legambiente Reggio Emilia condivisa con tanti altri piccoli gruppi sparsi in Italia, sta per partire il primo Giro d'Italia di Plogging che vedrà coinvolte migliaia di persone nella prima più lunga grande iniziativa ambientale che unirà e legherà tutta Italia per tutto l'anno, partendo da Pordenone domenica 23 gennaio, per finire a Cagliari domenica 27 novembre 2022. Più di 45 tappe in altrettante città, in più di 45 domeniche con più di 50 gruppi coinvolti tra cui Legambiente Reggio Emilia, il Gruppo Plogging di Correggio e tanti altri per trasmettere un solo messaggio di unione e speranza per l'ambiente e per il nostro futuro. Nelle città di Reggio Emilia e di Correggio verranno organizzate due tappe davvero speciali il prossimo 5 Giugno 2022. «È un’iniziativa – dichiara Massimo Becchi presidente di Legambiente Reggio Emilia – per prendersi cura tutto l’anno del territorio in cui si vive, ampliando iniziative come Puliamo il Mondo, che da anni ci vedono impegnati nel sensibilizzare i cittadini e le istituzioni sulla corretta raccolta e smaltimento dei rifiuti, riducendo sensibilmente gli abbandoni» Per il momento facciamo tutti il tifo per Pordenone!
Nel frattempo, a Correggio è ripartita sabato 15 gennaio 2022 la "caccia ai rifiuti", in una parola il "plogging". I "plogging" sono allenamenti sostenibili adatti a tutti, promossi da Legambiente Reggio Emilia, che permettono di lasciare l'ambiente più bello e pulito di come lo si trova, semplicemente camminando o correndo.
Ieri pomeriggio i volontari del Gruppo Plogging (cosiddetti "plogger di Correggio") e di Legambiente sono andati a "caccia di rifiuti" nell'Oasi di Budrio raccogliendo più di centotrenta chili di rifiuti in quasi due ore. Oltre ai rifiuti indifferenziati, sono state rimosse molte lattine, bottiglie di vetro e di plastica. Una singola bottiglia di plastica buttata e non raccolta può rimanere nell'ambiente per migliaia di anni. Una bottiglia di vetro fino a 4000 anni. Buttare i rifiuti a terra è come buttarli sul pavimento di casa nostra, dei nostri amici, dei nostri figli...perché la Terra è Casa nostra, dei nostri amici e sarà la Casa dei nostri figli! Smetteremo di gettare tutto a terra, cominciando a rispettare la natura? I volontari di Legambiente Reggio Emilia e del Gruppo Plogging di Correggio sperano di sì e contano su tutti i cittadini, dicendo: "oggi lo facciamo noi, domani potete farlo anche voi! Basta solo  un po' di buona volontà!"
Per partecipare ai plogging e conoscere le attività di Legambiente Reggio Emilia scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o consultare le pagina facebook di Legambiente Reggio Emilia.

 

L'ufficio stampa: 348.7419763

 

 
POLVERI FINI: ANCHE NEL 2021 IRRISOLTO IL PROBLEMA DELLA PM10 – SONO STATI 51 I SUPERANTI DEL LIMITE NELLA CENTRALINA DI VIALE TIMAVO RISPETTO AI 35 CONSENTITI IN UN ANNO.

Nel corso del 2021 la centralina di monitoraggio della qualità dell’aria di Viale Timavo e Reggio Emilia, che registra il valore di inquinanti nell’aria in zona ad alto traffico ha registrato 51 superamenti del livello limite di 50 microgrammi/metro cubo di polveri fini (PM10) rispetto ai 35 che la normativa consente per questo tipo di inquinante.

“Si è registrato un leggero miglioramento rispetto al 2020 – dichiara Massimo Becchi presidente di Legambiente Reggio Emilia – dove erano 61 i superamenti della soglia consentita, ma siamo comunque in linea con il 2018 e 2019, che hanno registrato 56 e 53 superamenti. I dati rilevati da ARPAE testimoniano un andamento dei livelli di particolato nell’aria consizionato dalle condizioni meteo più che dalle politiche sulla mobilità: quando nell’anno si hanno molti giorni di pioggia o ventosi ovviamente le polveri vengono disperse o si depositano al suolo, migliotando la qualità dell’aria che respiriamo".

Centralina/Sforamenti

2021

2020

2019

2018

2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

S. LAZZARO (VIA AMENDOLA)

32

39

32

28

67

27

32

22

26

60

64

53

VIALE TIMAVO

51

61

53

56

83

42

67

50

56

93

86

84

Negli ultimi 11 anni infatto l’unica correlazione possibile per spiegare il livello del particolato fine resta quella del meteo, mentre sono del tutto ininfluenti le misure di contenimento proposte dagli enti pubblici sia alivello regionale che locale. L’origine mista delle PM10, derivata da fonti primarie e secondarie, risente infatti negativamente di condizioni di stabilità atmosferica, che generano un ristagno degli inquinanti.

“Se non si vuole solo fare affidamento sul meteo – conclude Becchi - occorre smetterla di investire in nuove strade, che negli ultimi decenni hanno portato solo ad un maggior uso del mezzo privato a discapito del trasporto pubblico e spingere gli investimenti di trasporto pubblico, che nella nostra città sono in forte ritardo: vedremo infatti solo quest’anno l’avvio dell’elettrificazione delle ferrovie che dalla città portano a Guastalla, Canossa e Sassuolo, senza che siano mai diventate una vera metroplitana cittadina e la tramvia cittadina è solo nella fase di studio di fattibilità. Se i cittadini stanno investendo nella riqualificazione energetica e si stanno adottando politiche per la riduzione del consumo di suolo e la sua riconversione ad uso agricolo è necessario che anche gli investimenti pubblici si adeguino, rinuncando ad infrastrutture viarie che comunque spostano solo il problema”.

L’ufficio stampa: 348.7419763

 
FESTIVITA' NATALIZIE

Vi ricordo che la segreteria è chiusa dal 24/12 al 09/01/22, per urgenze tel. 348.7419763. Buone Feste!


 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 4 di 52

Il Riciclo, mercatino del riuso di Legambiente

In considerazione delle nuove norme chi dovrebbero uscire a breva da parte della regione Emilia romagna riguardanti i mercatini del riuso, il nostro primo mercatino Il Riciclo al parcheggio della Polveriera nel 2020 si terrà domenica 17 maggio (previa autorizzazione da parte dell'amministrazione comunale di Reggio Emilia).

Tutti coloro che intendono partecipare al mercatino "Il Riciclo" di Legambiente Reggio Emilia devono REGISTRARSI preventivamente sul sito http://mercatini.legambientereggioemilia.it compilando i dati richiesti. Seguirà da parte di Legambiente la conferma della avvenuta registrazione. La registrazione - e solo questa- da la possibilità d'iscriversi ai mercatini alla data e ora di volta in volta stabiliti durante l'anno.

Comunicati Stampa

E' stato un fine settimana molto impegnativo ma altrettanto proficuo per i volontari di Legambiente Reggio Emilia che, nell’ambito del quadro delle iniziative che portano avanti in città e in provincia, sabato mattina hanno dato vita ad una giornata all’insegna dell’ecologia e del decoro urbano. I cittadini, i volontari e le Guardie Ecologiche di Legambiente hanno pulito il parco Enrico Berlinguer dal degrado accumulato negli ultimi mesi, soprattutto a causa dello sgombro delle Reggiane, che ha spinto le persone ai margini della società nel parco stesso.
"Le aree verdi sono per noi estremamente importanti" - dichiara Bokar Diop, Presidente di Legambiente Reggio Emilia - "non solo perché hanno una funzione estetica ad ambientale ma anche perché sono fondamentali per garantire benessere psicofisico alle persone, rappresentano un punto di ristoro e un biglietto da visita della città per tutti coloro che arrivano a Reggio. Quindi massimo impegno per rendere i parchi della città ancora migliori, insieme all'amministrazione comunale ed ai cittadini". E così è stato. Sono stati segnalati e tolti dall'ambiente, nel vero senso della parola, talmente tanti rifiuti da riempire ben diciotto sacchi di rifiuti indifferenziati. Ma non solo. Sono stati raccolti rifiuti ingombranti abbandonati, due materassi, un mobiletto, due sedie, coperte, bottiglie in plastica e vetro, fazzoletti sporchi, sportine e teloni di plastica, una tenda, bustine vuote di profilattici, vestiti, un ombrello, tegami, immondizia varia intorno a tre bivacchi, tantissimi pezzetti in plastica delle protezioni per gli alberi, che erano stati triturati dagli sfalci dell'erba, e molto altro.
Ci vuole un secondo per buttare un rifiuto nel cassonetto, 5 anni affinché un mozzicone con filtro si decomponga da solo se lasciato in natura, 100 anni nel caso di una lattina. Buttare i rifiuti a terra è come buttarli sul pavimento di casa nostra, dei nostri amici, dei nostri figli e nipoti… ogni rifiuto abbandonato a terra è lasciato ai nostri figli e nipoti, saranno loro a convivere con i nostri rifiuti sulla Terra che lasceremo loro. Legambiente Reggio Emilia sa che dai piccoli gesti possono nascere grandi cambiamenti, spera in un futuro migliore e conta su tutti i cittadini di buona volontà per lasciare un mondo più pulito.
Gli eventi di Legambiente Reggio Emilia presenti a Reggio e provincia, sono proseguiti domenica mattina a Correggio dove, in occasione della fiera di San Giuseppe, è stato allestito un banchetto. Le Guardie Ecologiche e Zoofile Volontarie ed  il Gruppo di Plogging della città hanno fornito informazioni sullo stato dell'ambiente e sugli abbandoni di rifiuti ai cittadini, esposto vari oggetti realizzati con materiale riciclato e svolto attività di educazione ambientale con adulti e bambini.

Il prossimo appuntamento di Legambiente Reggio Emilia si terrà domenica 3 aprile in occasione della seconda edizione di "Puliamo Salvaterra", verranno puliti i parchi e le vie del paese. Al termine è previsto un rinfresco per tutti i partecipanti. Ritrovo alle 9:30 al Parco del Liofante. Per ulteriori informazioni e restare aggiornati su tutte le attività e le iniziative di Legambiente Reggio Emilia scrivere a info@legambientereggioemilia.it o consultare le pagine Facebook e Instagram di Legambiente Reggio Emilia.