Pulizia al Crostolo

RIDIAMO SPLENDORE AL CROSTOLO!!!
Puliremo insieme il Crostolo e le sue sponde. Appuntamento al Centro Sociale Gattaglio.
Materiale per le pulizie fornito da Legambiente Reggio Emilia.
Con la partecipazione dei ragazzi del Gattaglio's Pub

 
Torna Nontiscordardimé - Operazione scuole pulite

Studenti, insegnanti e genitori insieme a Legambiente

per abbellire gli spazi scolastici e partecipare anche all’interno delle scuole con la campagna  #Globalstrikeforfuture

 

Il 15 marzo Nontiscordardimé sosterrà simbolicamente Greta e tutti i giovani che sciopereranno per il clima

 

Una mobilitazione green per la scuola, ma anche per il clima raccogliendo l’appello lanciato da Greta: “non ci sono più scuse, è tempo di agire”.  Con questo spirito e con questa mission prenderà il via questo venerdì l’edizione 2019 di Nontiscordardimé - Operazione scuole pulite, la grande campagna di volontariato ambientale dedicata alla qualità e vivibilità degli edifici scolastici e organizzata da Legambiente nella Penisola per il 15 e il 16 marzo. Una due giorni di impegno sociale e all’insegna della cittadinanza attiva che incrocerà quest’anno il Globalstrikeforfuture, lo sciopero globale per clima che il 15 marzo vedrà Greta e tanti giovani e studenti di tutto il mondo scendere in piazza per difendere il clima e il Pianeta.

A loro si uniranno simbolicamente anche le oltre 3mila classi e le oltre 80 mila persone tra studenti, insegnanti, volontari e genitori che questo week-end insieme ai volontari di Legambiente parteciperanno a Nontiscordardimé - Operazione scuole pulite dandosi non solo da fare per rendere le scuole più belle e accoglienti attraverso piccoli lavori di riqualificazione; ma anche per sostenere, anche all’interno delle scuole e non solo nelle piazze, Greta e tutti i ragazzi che parteciperanno al Globalstrikeforfuture.

Le foto del flash mob e delle piantumazioni verranno postate sui social di Legambiente utilizzando #fridaysforfuture #unalberoperilclima #nontiscordardimé #climatestrike. La campagna Nontiscordardimé 2019, supportata quest’anno da C&A Foundation e dedicata per questa edizione al tema della condivisione, si pone tra gli altri obiettivi quello di avviare un confronto sui temi ambientali, in primis sui cambiamenti climatici e far crescere il senso civico e la consapevolezza di appartenere ad una comunità, sia a scuola sia fuori, dove il contributo di ognuno è prezioso.

“Come ci ricorda la quindicenne Greta - spiega Massimo Becchi, presidente di Legambinete Reggio Emilia – non ci sono più scuse, è tempo di agire e questo sarà anche lo spirito che accompagnerà la ventunesima edizione di Notiscordardimé che quest’anno si mobiliterà anche in difesa del clima. La campagna di Legambiente è una preziosa occasione per incentivare azioni di cittadinanza attiva anche all’interno delle scuole, coinvolgendo in piccole azione concrete – come rinfrescare le pareti di classi e corridoi, abbellire con piante e fiori i cortili, ripensare la sistemazione delle aule e degli spazi comuni - genitori e riducendo quelle distanze che si creano tra genitori e insegnanti, tra ragazzi e adulti. E soprattutto con questa campagna vogliamo ricordare quanto sia importante intendere la scuola come bene comune e luogo di convivenza e di confronto, senza però dimenticare quelli che sono i problemi quotidiani di molti edifici scolastici, troppo spesso vecchi e poco sicuri, e che necessitano di interventi di riqualificazione. Tema sul quale da anni Notiscordardimé riporta l’attenzione”.

 
Fridays for Future

15 Marzo 2019, Sciopero Globale per il Futuro, Parco del Popolo (Giardini Pubblici) ore 10.

Appello in generale a tutti i reggiani e in particolare tutti i soci di legambiente!

Seguendo le orme del movimento transnazionale “Fridays For Future”, anche Reggio Emilia vuole e deve prendere parte alle iniziative che hanno riempito tantissime piazze, in oltre 150 paesi, di cittadini che si oppongono al cambiamento climatico, finora poco considerato o addirittura ignorato dai governi di tutto il mondo.

Dal 21 Febbraio anche nella nostra città in centinaia abbiamo partecipato ai presidi in Piazza Prampolini facendoci sentire e richiamando l’attenzione dell’opinione pubblica, delle forze politiche locali e dell’amministrazione comunale. Dobbiamo andare oltre questo impegno e unirci insieme alle città di tutto il mondo il 15 marzo per creare un evento che faccia breccia nelle politiche governative di ciascun paese, affinché si prendano finalmente in considerazione le questioni ambientali, in particolare quella del cambiamento climatico che sempre più e con effetti devastanti si manifesta davanti agli occhi di tutti.

Gli accordi e gli impegni internazionali fissati dai nostri governi sono insufficienti ad arginare i problemi già esistenti e oltretutto non vengono rispettati ma sottovalutati.
Ciascuno di noi deve assumersi le proprie responsabilità e fare il possibile per cambiare la situazione esistente, perché di questo passo il nostro futuro e quello dei nostri figli e nipoti sarà compromesso.
Coloro che si trovano in posizioni governative inizino tempestivamente ed efficacemente ad adottare misure correttive e di salvaguardia del nostro pianeta; coloro che tutti i giorni vedono ignorate queste istanze e vogliono dare il proprio contributo per cambiare le cose si uniscano a noi e insieme cerchiamo di creare pressioni affinché ciò avvenga al più presto.

 
ECOcaretera ed Rubèra

Legambiente Reggio Emilia collaborerà alla 39° edizione della Caretera ed Rubèra, che per la prima volta diventa ECO!

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 10 di 38

Il Riciclo, mercatino del riuso di Legambiente

Si svolgerà domenica 13 ottobre a partire dalle ore 7:30 e per tutta la giornata il mercatino del riuso domestico "il Riciclo"  al parcheggio ex polveriera (piazzale Reverberi) a Reggio Emilia, un'iniziativa che riscuote sempre molto successo e che Legambiente Reggio Emilia segue dal 2015 e che ha permesso di recuperare e riciclare moltissimi oggetti di cui le persone non hanno più bisogno: saranno presenti circa 170 espositori con oggettistica varia, abiti, arredi, libri, giocattoli e molto altro. Per l'occasione un breve tratto di Viale Olimpia sarà chiusa al traffico per permettere lo svolgimento dell'evento.

_____________________________________________

NUOVO METODO PER PARTECIPARE AL MERCATINO "IL RICICLO DI LEGAMBIENTE.
(con inizio dal mercatino che si terrà domenica 10 novembre)

Tutti coloro che intendono partecipare al mercatino "Il Riciclo" di Legambiente Reggio Emilia devono REGISTRARSI preventivamente sul sito http://mercatini.legambientereggioemilia.it compilando i dati richiesti. Seguirà da parte di Legambiente la conferma della avvenuta registrazione. La registrazione - e solo questa- da la possibilità d'iscriversi ai mercatini alla data e ora di volta in volta stabiliti durante l'anno. Nel momento di apertura dell'iscrizione accedendo alla propria pagina riservata si potrà decidere se partecipare o meno cliccando sull'apposito pulsante.

_____________________________________________

Il prossimo mercatino "Il Riciclo" di Legambiente sarà DOMENICA 10 NOVEMBRE 2019, con apertura delle iscrizioni LUNEDI' 21 OTTOBRE ALLE ORE 20:00:00.

Il pagamento (20 €) deve essere effettuato entro mercoledì 30 ottobre ore 19 presso la sede di Legambiente Reggio Emilia in via Mazzacurati 11. Sarà rilasciata apposita ricevuta.

Apertura sede Legambiente: martedì 29 e mercoledì 30 ottobre dalle 16 alle 19.

In alternativa si può effetuare con bonifico bancario:
- Eseguire bonifico bancario Codice IBAN: IT 59 T 07072 12801 054130150400 (Banca di Credito Cooperativo Banco Emiliano, Reggio Emilia) all'ordine  di Legambiente Reggio Emilia

Nel caso in cui non verrà effettuato il pagamento in tempo utile, non si verrà accettati all'interno del mercatino.

Le associazioni onlus pagheranno € 5 per lo spazio espositivo, esibendo al momento del pagamento una dichiarazione su carta intestata ed esponendo sul banchetto le insegne associative.

In via del tutto eccezionale e occasionale si può avere una eventuale ulteriore vettura (massimo una per piazzola)  per lo scarico merci che  poi dovrà  essere spostata all'esterno del mercatino e non avrà costo aggiuntivo.

Il mercatino del Riuso di Legambiente è riservato solo a privati cittadini.

IMPORTANTE: SONO AMMESI AL MERCATINO SOLO COLORO CHE SI PRESENTANO CON UNA AUTOVETTURA (PER IL TRASPORTO DI PERSONE). Anche il mezzo di supporto, che poi  dovrà uscire. Non sono accettati veicoli destinati al commercio o con scritte di imprese commerciali (che eventualmente andranno coperte).

Si torna a far presente che l’eventuale esposizione di roba nuova, valutata tale da nostra Guardie Ecologiche, comporta l’immediato  allontanamento  dal mercatino.

Gli espositori possono partecipare al mercatino del riuso (Il Riciclo) solo due volte nel corso dell’anno (ci saranno controlli accurati).

 

Per essere vicini a parenti amici presentarsi all'ingresso uno dietro all'altro.

Comunicati Stampa

L’associazione propone i “Lunedì Ecologici”: bloccare il traffico tutti i lunedì affiancando una giornata di trasporto pubblico gratuito in tutta la regione


Altra misura da implementare immediatamente, la riduzione della velocità in autostrada nelle giornate di allerta smog, così come già fatto da Autobrennero

 

"Il problema delle polveri fini continuerà fino alla prossima perturbazione - dichiara Massimo Becchi presidente di Legambiente Reggio Emilia - e tutto il bacino padano ne sta facendo le spese: in città anche ieri si sono toccati i 93 microgrammi/m.c. di PM10, a fronte dei 107 del giorno prima. Da inizio anno sono 12 gli sforamenti delle polveri sui 16 giorni monitorati. Una situazione di grave inquinamento che dura da inizio gennaio e per risolverla servono misure ancora più incisive rispetto alle misure emergenziali presenti nel PAIR2020, che non sembrano assolutamente essere in grado di dare risposte al problema sanitario delle nostre città.

Servono infatti misure incisive da attuare in tempi strettissimi per incidere sulle principali fonti emissive nelle nostre città: il traffico veicolare ed i riscaldamenti. Se il fondamentale lavoro sulla riqualificazione energetica degli edifici (nessuno può infatti controllare di fatto la temperatura interna delle case) comporta tempi più lunghi – continua Becchi – le misure per ridurre le emissioni da traffico sono invece di rapida implementazione a costi quasi nulli. Proponiamo da subito due misure immediatamente attuabili: la prima è di trasformare le domeniche ecologiche in lunedì ecologici. Chiediamo di bloccare il traffico in una giornata lavorativa invece che durante il fine settimana, favorendo però gli spostamenti dei cittadini rendendo gratuiti tutti i mezzi pubblici non solo della città, ma sull'intero bacino provinciale e regionale per questa giornata. Un’azione che favorirebbe anche un cambio di abitudini negli stili di mobilità privata, facendo conoscere a tutti i servizi pubblici delle nostre città, spesso sconosciuti, implementando l’utilizzo del trasporto pubblico come soluzione più economica, comoda e sostenibile»

La seconda azione che può essere immediatamente messa in campo è la riduzione della velocità in autostrada, soprattutto l' A1, in caso di “emergenza smog”, prendendo spunto dal progetto europeo BrennerLEC che ha dimostrato come la riduzione a 100 km/h della velocità massima in autostrada porti ad una riduzione fino al 30% degli ossidi di azoto emessi dal traffico, che sono fra i precursori delle polveri stesse. Su questo il sindaco di Reggio dovrebbero essere in prima linea nel perorare questa richiesta di fronte al Ministro delle infrastrutture.