UNA SQUADRA DI PROTEZIONE CIVILE DI LEGAMBIENTE REGGIO EMILIA A ACCUMOLI PER IL RECUPERO DEI BENI CULTURALI

“Resterà nella zona di Accumoli, uno dei comuni colpiti dal sisma di pochi mesi fa in provincia di Rieti – dichiara Massimo Becchi presidente di Legambiente Reggio Emilia – per tutta settimana una squadra di cinque nostri volontari, impegnata nel gravoso compito di recuperare dalle macerie degli edifici privati le parti con un valore storico ed architettonico. L’attività è in collaborazione con il corpo di Vigili del Fuoco e con la Soprintendenza che coordina il recupero. In questo modo nella ricostruzione sanno riutilizzati questi elementi architettonici, mantenendo la memoria storica dei paesi colpiti dal sisma”.

Legambiente da anni organizza corsi di protezione civile su questa materia, proprio perché dopo la prima emergenza che riguarda le persone, in un Paese come il nostro, occorre affrontare il recupero e la messa in sicurezza dei bani culturali, che inevitabilmente vengono danneggiati o distrutti dai terremoti.

Chi è interessato a conoscere le attività di protezione civile e le modalità per diventare volontari operativi può rivolgersi al numero 0522.431166 dalle 9 alle 13 dal lunedì al venerdì o scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Evento del gruppo della Protezione Civile della Legambiente a Fabbrico
Nell'ambito della Fiera delle Idee a Fabbrico, il Gruppo di Protezione Civile di Legambiente
hanno fatto una brillante simulazione di un fontanazzo. Siete stati grandi!!!

 
Corsi della Protezione Civile

 
Un albero per il giardino della tua scuola

Per l’anno scolastico 2016/17, il CEAS Multicentro ha predisposto una proposta formativa di educazione ambientale rivolta alle scuole primarie e secondarie di primo grado, denominata “Un albero per il giardino della tua scuola: Reggio Respira anche grazie a te!”.

I bambini, grazie all'aiuto di educatori i del WWF e Legambiente, parteciperanno a laboratori didattici in cui apprenderanno il valore e l'importanza degli alberi nell'ecosistema urbano e della qualità dell'aria (11 le scuole che hanno aderito ai laboratori con il coinvolgimento di 75 classi).

Nell’ambito di tale della proposta di educazione ambientale, l'Amministrazione Comunale ha voluto offrire alle scuole anche l'opportunità di piantumare uno o più alberi nel proprio cortile o nelle strette vicinanze. Quindi, in prossimità della festa dell'Albero (21 novembre), 15 scuole Primarie collaboreranno alla piantumazione di circa 70 nuovi alberi-arbusti all'interno dei cortili scolastici, impegnandosi a prendersi cura in futuro degli stessi grazie alla collaborazione dei volontari di Legambiente Reggio Emilia e delle Guardie Ecologiche Volontarie.

In particolare saranno coinvolte nelle piantumazioni e cura le seguenti scuole primarie di Reggio E. : “Ca'Bianca”, “Ada Negri”, “Carducci”, “Tricolore” (Fogliano), “IV Novembre” (Gavasseto), “Tassoni” (Canali), “Marco Polo”, “San Giovanni Bosco”, “Don Milani”, “Ariosto”, “Pascoli”, “Ferrari” (Villa Cella) , “Marmirolo”, “Zibordi”, “Balletti”.

 

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 8 di 24

Il Riciclo, mercatino del riuso di Legambiente

Legambiente RE effettuerà in Polveriera un mercatino del riuso chiamato "IL Riciclo". L'intento è quello di favorire una seconda vita agli oggetti e alle cose delle nostre case. Le date di quest'anno sono le seguenti:

Domenica 8 ottobre 2017 inizio iscrizioni lunedi 2 ottobre 2017 ore 20:00

Domencia 12 novembre 2017 inizio iscrizione lunedi 6 novembre 2017 ore 20:00

Per iscriversi al mercatino mandare una mail a partire dalla data e ora segnalata come inizio iscrizione con la prenotazione indicando nome, cognome, numero di telefono e comune di residenza, tutto in una unica riga diviso da spazi, come da esempio di seguito,

ROSSI PAOLO 3401234567 CAVRIAGO (RE)

all'indirizzo:

mercatino@legambientereggioemilia.it

Le iscrizioni saranno accettate in ordine cronologico di arrivo a partire rigorosamente dalle ore 20:00:00. Sarà inviata risposta di accettazione, con le indicazioni organizzative, entro 48 ore.

NOVITA! Non si spedirà una mail per la non accettazione. Sarà predisposta una lista d’attesa di 20 espositori. Si prega nel caso di rinuncia di scrivere una mail per la disdetta il prima possibile. Non saranno ammesse prenotazioni telefoniche. Con ogni mail è possibile prenotare una singola piazzola. Ogni persona può effettuare una sola iscrizione.

IMPORTANTE: Sono ammessi al mercatino solo coloro che si presenteranno con una autovettura (per il trasporto di persone). Anche i mezzii di supporto, che poi dovranno uscire, dovranno essere autovetture. Non sarà ammesso un altro tipo di veicolo che non sia una autovettura.

Nel corso dell'anno non si può partecipare più di due volte come espositore.

Prezzo della piazzola euro 15. Pagamento da effettuare in loco direttamente la domenica mattina.

Nota 1: A seguito dei lavori di ristrutturazione del parcheggio che ospita il mercatino, si prevede l'utilizzo anche di parte del parcheggio di fronte (parte antistante Viale Olimpia), la chiusura della strada e l'inserimento di una trentina di banchi in più ripetto alla solita capienza.

Nota 2: si informa che domenica 8 di ottobre sarà la prima domenica ecologica, con il divieto di circolazione dalle ore 8,30 alle 18,30 , per i seguenti veicoli (come tutte le giormate dal 1° ottobre al 31 marzo 2018):

  • Veicoli a benzina Euro 0 e Euro 1
  • Veicoli diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2 e Euro 3
  • Veicoli commerciali diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2 e Euro 3

Per più informazioni sulla viabilità consultare la pagina web comunale

http://www.municipio.re.it/retecivica/urp/retecivi.nsf/PESDocumentID/CA2A71F9E1A9CB96C1257ED1003A2604?opendocument

Comunicati Stampa

Nel fitto bosco di Romita, nei pressi di Civago, a più di 1000 metri di altezza, domenica 15 ottobre i volontari della Legambiente RE si sono dati appuntamento per raccogliere le castagne che saranno vendute al banchetto di S. Prospero, festa del patrono di Reggio Emilia, il giorno 24 novembre. Tutti questi gustosi frutti sono stati raccolti rigorosamente a mano (eh sì..le spine fanno male...).

Dopo la raccolta, i nostri volontari hanno iniziato il processo per conservare le castagne a lungo con un metodo molto tradizionale: la novena.  Si chiama così perché la “curatura in acqua” (nome alternativo) viene espletata nell’arco di nove giorni.

In questo lasso di tempo, le castagne sono state poste in recipienti pieni d'acqua in modo che ne siano ricoperte, e parte del liquido viene cambiato un paio di volte al giorno. Parte delle castagne emerge e significa che non sono buone e vengono quindi scartate.

Il processo continua...vi aspettiamo per la vendita alla bancarella di Legambiente a S. Prospero!

Il nostro ringraziamento va a tutti i volontari che si sono offerti per la raccolta e al volontario che ci ha permesso di raccoglierli nel suo castagneto secolare e chi adesso c'è l'è ha a casa e le tratta con cura.

PS: cercasi volontari per effettuare i pacchi il 22 e il 23 novembre :)