Reggio Emilia 11 luglio 2010

NASCE ANCHE A REGGIO IL COMITATO PROMOTORE DELLA PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE SU EFFICIENZA ENERGETICA E FONTI RINNOVABILI

Si è costituito l'8 luglio scorso il comitato promotore della proposta di legge di iniziativa popolare "Sviluppo dell'efficienza energetica e delle fonti rinnovabili per la salvaguardia del clima" con il contributo di Legambiente Reggio Emilia al fine di promuovere la raccolta firme a sostegno della proposta di legge.
Da subito vanno prese decisioni politico programmatiche per avviare una globale e graduale transizione dall'attuale dipendenza dalle fonti fossili in esaurimento verso l’uso razionale ed efficiente delle fonti energetiche rinnovabili, pulite e prive di effetti collaterali se non quello di sostituire le importazioni di petrolio con lavoro ed occupazione, che nel 2020, nella sola Italia, potrebbe contare oltre 300.000 nuovi posti di lavoro.
La proposta di legge attraversa principalmente tre temi:

  1. FONTI ENERGETICHE: Stabilisce le finalità di politica energetica fondata sulle fonti rinnovabili ed escludendo l'uso del nucleare.
  2. RISPARMIO ENERGETICO: Punta a far compiere al Paese un passo deciso per migliorare la propria efficienza energetica, attraverso un piano di riqualificazione degli edifici che ne riduca i consumi di elettricità e calore e sposti le attività del settore edile verso la manutenzione e la riqualificazione del già costruito, abbandonando la cementificazione del territorio.
  3. RIDUZIONE INQUINAMENTO: Favorisce scelte capaci di spostare la mobilità delle persone e delle merci dalla gomma al ferro, su tram, metrò, treni, cabotaggio sulle autostrade del mare, concentrando in questa direzione scelte e investimenti infrastrutturali.
L'approvazione di questa legge consentirebbe a questo Paese di conquistare una reale autonomia energetica perchè, da un lato promuovendo usi razionali dell'energia ne ridurrebbe il fabbisogno, dall'altro perchè produrrebbe l'energia necessaria con le uniche fonti di cui l'Italia rimarrà sempre ricca: sole, vento, biomasse, forza dell'acqua fluente e calore che scorre sotto terra!

Nei prossimi giorni inizieranno i primi banchetti di raccolta firme e verrà allestita un'apposita sezione sul sito di Legambiente Reggio Emilia. Invitiamo tutti gli interessati a sostenere la raccolta firme a entrare a far parte del comitato promotore: associazioni, forze politiche, semplici cittadini.

Per informazioni
Davide Valeriani - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - 349-3645023
Legambiente Reggio Emilia - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - 0522-431166

 

Il Riciclo, mercatino del riuso di Legambiente

In considerazione delle nuove norme chi dovrebbero uscire a breva da parte della regione Emilia romagna riguardanti i mercatini del riuso, il nostro primo mercatino Il Riciclo al parcheggio della Polveriera nel 2020 si terrà domenica 17 maggio (previa autorizzazione da parte dell'amministrazione comunale di Reggio Emilia).

Tutti coloro che intendono partecipare al mercatino "Il Riciclo" di Legambiente Reggio Emilia devono REGISTRARSI preventivamente sul sito http://mercatini.legambientereggioemilia.it compilando i dati richiesti. Seguirà da parte di Legambiente la conferma della avvenuta registrazione. La registrazione - e solo questa- da la possibilità d'iscriversi ai mercatini alla data e ora di volta in volta stabiliti durante l'anno.

Comunicati Stampa

CONTROLLATI MOLTI CACCIATORI DALLE GUARDIE ECOLOGICHE DI LEGAMBIENTE NELLA PRIMA GIORNATA DI APERTURA ALL'ATTIVITA' VENATORIA ALLA FAUNA STANZIALE

Reggio Emilia, li 19 settembre 2021

Sono stati circa 90 i cacciatori controllati in quesa prima mattina di attività ventoria - dichiara Massimo Becchi presidente di Legambiente Reggio Emilia - alla fauna stanziale, ossia soprattutto fagiani e lepri, che ogni anno rappresenta un momento fondamentale per la ciaccia ma anche un momento delicato per la vigilanza sul territorio, in buona parte effettuata da volontari come le nostre Guardie Ecologiche. Con cinque squadre sono state controllate ampie porzioni di territorio sia nalla bassa reggiana, nella zona di Correggio, Reggio e Scandiano e in Val d'Enza. Se si esclude un caso isolato non sono state elevati verbali ed è stata buona la collaborazione dei cacciatori, in parte reggiani e in parte provenienti da fuori regione (soprattutto toscani). E' da rilevare - conclude Becchi - come rispetto agli anni passati dove il fagiano la faceva da padrone nel carniere, quest'anno ci sia stato una netta prevalenza di lepri abbattute, molto più presenti sul territorio dei volatili, che hanno accusato probabilmente un drastico calo legato anche alla prolungata siccità".

L'ufficio stampa: 348.7419763