Bosco Urbano

Il bosco urbano di Reggio Emilia è situato nella zona nord della città, accanto all'abitato di San Prospero Strinati, in un'area di 32 ettari, nella quale si trovano 6500 piante, 900 piantine disposte a siepe e 380 alberi adulti.

Il bosco rinasce a zone: da una parte viene impiantato un bosco che riproduce la nascita in natura (zona di rinaturalizzazione) e dall'altra parte viene messo un bosco già "grande" e pronto per essere guardato ed abitato (zona pronto effetto).

All'interno dell'area si trovano numerose tipologie di piante:

  • Acer opalus (acero opalo)
  • Acer campestre (acero campestre)
  • Alnus glutinosa (ontano nero)
  • Carpinus betulus (carpino bianco)
  • Cornus mas (corniolo maschio)
  • Corylus avellana (nocciolo)
  • Crataegus spp. (biancospino)
  • Fraxinus angustifolia (frassino ossiilio)
  • Fraxinus excelsior (frassino maggiore)
  • Juniperus communis (ginepro)
  • Laburnum anagyroides (maggiociondolo)
  • Malus sylvestris (melo selvatico)
  • Ostrya carpinifolia (carpino nero)
  • Pinus sylvestris (pino silvestre)
  • Populus alba (pioppo alba)
  • Populus nigra (pioppo nero)
  • Populus tremula (pioppo tremolo)
  • Prunus avium (ciliegio dolce)
  • Prunus spinosa (prugnolo)
  • Pyrus pyraster (pero selvatico)
  • Quercus cerris (cerro)
  • Quercus ilex (leccio)
  • Quercus petraea (rovere)
  • Quercus pubescens (roverella)
  • Quercus robur (farnia)
  • Salix alba (salice bianco)
  • Salix fragilis (salice fragile)
  • Salix trianda (salice da ceste)
  • Sambucus nigra (sambuco)
  • Sorbus domestica (sorbo domestico)
  • Taxus baccata (tasso)
  • Tilia cordata (tiglio)
  • Tilia platyphylos (tiglio)
  • Ulmus campestris (olmo)
  • Ginkgo biloba (ginkgo)

Le siepi sono costituite prevalentemente da specie vegetali arboree ed arbustive. Offrono una notevole varietà di habitat, ospitando e proteggendo numerose specie animali che nell'attuale paesaggio agricolo sono spesso minacciate. Le principali essenze sono:
  • Cornus sanguinea (sanguinello)
  • Corylus avellana (nocciolo)
  • Frangula alnus (frangola)
  • Salix trianda (salice da ceste)
  • Salix fragilis (salice fragile)

Le zone umide sono ambienti caratterizzati da ampi specchi d'acqua, ricchi di vegetazione sommersa; nell'intrico di radici, fusti e foglie trovano riparo da predatori numerosi organismi acquatici (invertebrati, larve di anfibi, avannotti e pesci adulti). Intorno agli specchi d'acqua è presente una vegetazione idrofila. Le principali essenze sono:
  • Salix alba (salice bianco)
  • Fraxinus angustifolia (frassino ossifilloum)
  • Ulmus campestris (olmo)
  • Alnus glutinosa (ontano nero)
  • Quercus robur (farnia)
  • Populus nigra (pioppo nero)

Legambiente e l'associazione Amici del Bosco Urbano da tempo lavorano per mantenere pulito questo polmone verde alle porte della città, organizzando varie iniziative. Vieni a visitare il bosco e a respirare sana aria pulita!

 

Il Riciclo, mercatino del riuso di Legambiente

In considerazione delle nuove norme chi dovrebbero uscire a breva da parte della regione Emilia romagna riguardanti i mercatini del riuso, il nostro primo mercatino Il Riciclo al parcheggio della Polveriera nel 2020 si terrà domenica 17 maggio (previa autorizzazione da parte dell'amministrazione comunale di Reggio Emilia).

Tutti coloro che intendono partecipare al mercatino "Il Riciclo" di Legambiente Reggio Emilia devono REGISTRARSI preventivamente sul sito http://mercatini.legambientereggioemilia.it compilando i dati richiesti. Seguirà da parte di Legambiente la conferma della avvenuta registrazione. La registrazione - e solo questa- da la possibilità d'iscriversi ai mercatini alla data e ora di volta in volta stabiliti durante l'anno.

Comunicati Stampa

E' stato un fine settimana molto impegnativo ma altrettanto proficuo per i volontari di Legambiente Reggio Emilia che, nell’ambito del quadro delle iniziative che portano avanti in città e in provincia, sabato mattina hanno dato vita ad una giornata all’insegna dell’ecologia e del decoro urbano. I cittadini, i volontari e le Guardie Ecologiche di Legambiente hanno pulito il parco Enrico Berlinguer dal degrado accumulato negli ultimi mesi, soprattutto a causa dello sgombro delle Reggiane, che ha spinto le persone ai margini della società nel parco stesso.
"Le aree verdi sono per noi estremamente importanti" - dichiara Bokar Diop, Presidente di Legambiente Reggio Emilia - "non solo perché hanno una funzione estetica ad ambientale ma anche perché sono fondamentali per garantire benessere psicofisico alle persone, rappresentano un punto di ristoro e un biglietto da visita della città per tutti coloro che arrivano a Reggio. Quindi massimo impegno per rendere i parchi della città ancora migliori, insieme all'amministrazione comunale ed ai cittadini". E così è stato. Sono stati segnalati e tolti dall'ambiente, nel vero senso della parola, talmente tanti rifiuti da riempire ben diciotto sacchi di rifiuti indifferenziati. Ma non solo. Sono stati raccolti rifiuti ingombranti abbandonati, due materassi, un mobiletto, due sedie, coperte, bottiglie in plastica e vetro, fazzoletti sporchi, sportine e teloni di plastica, una tenda, bustine vuote di profilattici, vestiti, un ombrello, tegami, immondizia varia intorno a tre bivacchi, tantissimi pezzetti in plastica delle protezioni per gli alberi, che erano stati triturati dagli sfalci dell'erba, e molto altro.
Ci vuole un secondo per buttare un rifiuto nel cassonetto, 5 anni affinché un mozzicone con filtro si decomponga da solo se lasciato in natura, 100 anni nel caso di una lattina. Buttare i rifiuti a terra è come buttarli sul pavimento di casa nostra, dei nostri amici, dei nostri figli e nipoti… ogni rifiuto abbandonato a terra è lasciato ai nostri figli e nipoti, saranno loro a convivere con i nostri rifiuti sulla Terra che lasceremo loro. Legambiente Reggio Emilia sa che dai piccoli gesti possono nascere grandi cambiamenti, spera in un futuro migliore e conta su tutti i cittadini di buona volontà per lasciare un mondo più pulito.
Gli eventi di Legambiente Reggio Emilia presenti a Reggio e provincia, sono proseguiti domenica mattina a Correggio dove, in occasione della fiera di San Giuseppe, è stato allestito un banchetto. Le Guardie Ecologiche e Zoofile Volontarie ed  il Gruppo di Plogging della città hanno fornito informazioni sullo stato dell'ambiente e sugli abbandoni di rifiuti ai cittadini, esposto vari oggetti realizzati con materiale riciclato e svolto attività di educazione ambientale con adulti e bambini.

Il prossimo appuntamento di Legambiente Reggio Emilia si terrà domenica 3 aprile in occasione della seconda edizione di "Puliamo Salvaterra", verranno puliti i parchi e le vie del paese. Al termine è previsto un rinfresco per tutti i partecipanti. Ritrovo alle 9:30 al Parco del Liofante. Per ulteriori informazioni e restare aggiornati su tutte le attività e le iniziative di Legambiente Reggio Emilia scrivere a info@legambientereggioemilia.it o consultare le pagine Facebook e Instagram di Legambiente Reggio Emilia.