Reggio Emilia 29 ottobre 2008

LEGAMBIENTE ESPRIME PREOCCUPAZIONE ED INCERTEZZA PER IL FUTURO DELLE SCUOLE DELLA MONTAGNA

Dopo aver partecipato all’incontro organizzato dal Comune di Ligonchio, giovedì 23 ottobre, che ha visto l’intervento del Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Busana, Lorenzo Franchini, Legambiente Reggio Emilia esprime preoccupazione ed incertezza per il futuro della Scuola della Montagna ed in particolare per le sorti della Scuola Materna ed Elementare del comune Ligonchiese.
Grazie infatti all’analisi esclusivamente tecnica, fatta da Franchini, sulla base dei documenti ufficiali della Legge Gelmini, si è potuta finalmente delineare con chiarezza la situazione che si verrà a creare subito dopo il passaggio finale dell’ormai tanto discusso decreto in Senato.
“Se da una parte – dichiara Massimo Becchi presidente della Legambiente di Reggio Emilia – non dovrebbero esserci pericoli di immediata chiusura delle piccole realtà scolastiche della montagna (anche e soprattutto grazie alle buone politiche di risparmio e ridimensionamento attuate negli anni precedenti dalla Provincia e dalla Regione Emilia Romagna) il problema si potrebbe presentare ancora più minaccioso negli anni futuri, visto che la riforma prevede di raggiungere gradualmente un taglio complessivo di 7.832 milioni di Euro entro i prossimi 4 anni.”
“Inoltre – aggiunge Stefano Regio, gestore dell’Ostello di Legambiente a Casalino di Ligonchio – l’aspetto più inquitante che invece sembra essere confermato, riguarda i servizi scolastici, in particolare il tempo scuola, destinato a ridursi drasticamente, visto che per legge, l’orario obbligatorio della Scuola Materna dovrà tendere a garantire il solo periodo mattutino, mentre per la Scuola Primaria dovrà essere di un totale di 24 ore settimanali, con terribili ed evidenti disagi per tutte le famiglie.”
“Ma la legge – continua Regio – rischia di avere effetti devastanti per la nostra comunità anche in termini di occupazione, visto che i tagli al personale docente, previsti già dal prossimo anno, non permetteranno di mantenere l’attuale organico. Applicando le norme senza nessuna deroga e con il solo parametro degli alunni frequentanti potrebbero essere assegnati al plesso scolastico di Ligonchio solamente due docenti, uno per la Scuola Primaria ed uno per la Scuola dell’Infanzia, a fronte dei cinque attualmente presenti, con inevitabili pesanti ricadute sulla qualità del servizio, dell’insegnamento e quindi della preparazione dei nostri bambini.”
“Con uno scenario come quello che sembra delinearsi – conclude Regio – non ci resta che sperare che davanti al coro di proteste e prese di posizione contrarie alla Legge che stanno nascendo sempre più numerose in tutta Italia, il Governo possa intraprendere l’unica strada auspicabile, il ritiro della Legge Gelmini. Nel frattempo voglio cogliere l’occasione per esprimere a nome di tutta la comunità Ligonchiese, solidarietà e tanto affetto al personale scolastico e alle insegnanti che in questi anni, con enorme ed indiscussa professionalità, hanno contribuito alla formazione e alla crescita dei nostri ragazzi, agevolando, anche con il loro servizio, la scelta non sempre facile delle famiglie che rimangono ad abitare nei nostri piccoli comuni di montagna”.

L'ufficio stampa: 348-7419763

 

Il Riciclo, mercatino del riuso di Legambiente

Legambiente RE effettuerà in Polveriera un mercatino del riuso chiamato "IL Riciclo". L'intento è quello di favorire una seconda vita agli oggetti e alle cose delle nostre case. La prossima datai:

Domenica 12 maggio 2019 inizio iscrizioni lunedi 15 aprile 2019 ore 20:00 e pagamento della quota (20 EUR) entro mercoledi 24 aprile 2019 ore 19:00.

Le altre date chieste, in attesa di autorizzazione da parte della amministrazione comunale di Reggio Emilia, sono:

Domenica 13 ottobre 2019

Domenica 10 novembre 2019

Per iscriversi al mercatino mandare una mail a partire dalla data e ora segnalata come inizio iscrizione con la prenotazione indicando nome, cognome, numero di telefono e comune di residenza, tutto in una unica riga diviso da spazi, come da esempio di seguito,

ROSSI PAOLO 340/XXXXXXX CAVRIAGO (RE)

all'indirizzo:

mercatino@legambientereggioemilia.it

Le iscrizioni saranno accettate in ordine cronologico di arrivo a partire rigorosamente dalle ore 20:00:00. Sarà inviata risposta di accettazione, con le indicazioni organizzative, entro 24 ore.

NON si spedirà una mail per la NON accettazione. Non saranno ammesse prenotazioni telefoniche. Con ogni mail è possibile prenotare una singola piazzola. Ogni persona può effettuare una sola iscrizione.

Sono ammessi al mercatino solo coloro che si presenteranno con una autovettura (per il trasporto di persone). Anche il mezzo di supporto, che poi dovrà uscire, dpvrà essere una autovettura. Non sarà ammesso un altro tipo di veicolo che non sia una autovettura.

 

Nel corso dell'anno non si può partecipare più di due volte come espositore (ci sono controlli accurati)

Il titolare della domanda deve essere  presente nello spazio espositivio.

Prezzo della piazzola euro 20, da pagare in anticipo alla sede di Legambiente, in via Mazzacurati, 11 nelle date e ore di seguito indicate. Le onlus pagano 5 €.

I 20 eur si devono mettere in busta chiusa insieme al modulo di iscrizione compilato e fotocopia della carta d'identità. Il non pagamento comporta l'annullamento della prenotazione.

Orari di apertura sede Legambiente per il pagamento: da martedì 23 e mercoledì 24 aprile dalle ore 16 alle ore 19.

In alternativa si può pagare con bonifico bancario.

Pagamento con bonifico bancario:

- Eseguire bonifico bancario Codice IBAN: IT 59 T 07072 12801 054130150400 (Banca di Credito Cooperativo Banco Emiliano, Reggio Emilia) all'ordine  di Legambiente Reggio Emilia

- Compilare e firmare la domanda di partecipazione

- Inviare copia della domanda compilata e firmata e fotoocopia di documento valido in formato .pdf al indirizzo mail: mercatino@legambientereggioemilia.it entro venerdi 22 aprile.

Comunicati Stampa

Un periodo di pulizie nei principali parchi della città.

L’iniziativa è aperta a tutti i cittadini che vorranno mettersi in gioco per riqualificare le aree verdi più frequentate, in particolare l’invito è rivolto a tutti coloro che vivono quotidianamente il parco e alle associazioni di quartiere.

Il primo appuntamento sarà:

  • 21 marzo, primo giorno di primavera, presso il Parco del Popolo (Giardini Pubblici).
  • 28 marzo, presso la capannina di legno il Parco Campo Marte I.
  • 4 aprile, presso  il Parco La Pace.
  • 11 aprile, presso il Parco dei Platani.
  • 4 maggio, presso il Parco delle Acque Chiare

I seguenti appuntamenti saranno organizzati in base alle segnalazioni che in questi giorni ci faranno i cittadini che vorranno partecipare.

Scriveci i tuoi suggerimenti di parchi dove organizzare l'iniziativa a segreteria@legambientereggioemilia.it