DA LUNEDI’ 24 AGOSTO RIPARTE IL CAMPO GIOCHI PER RAGAZZI “BIOLOGIOCO” A CANALI, QUEST’ANNO ANCHE PER I PIU’ PICCOLI

Il Biologioco a Canali (in via Monterampino) è una proposta alternativa per far passare un'estate all'aria aperta ai propri figli - dichiara Massimo Becchi, Presidente Legambiente Reggio Emilia – che, per l’undicesimo anno consecutivo, potranno così conoscere ed apprezzare la vita di campagna, fare amicizia con i cuccioli che popolano la fattoria ed esplorare la natura circostante.

All’interno di una stalla in disuso opportunamente riadattata e adibita ad esclusivo uso del campo giochi, i ragazzi potranno allevare i piccoli animali della fattoria e godere degli ampi spazi aperti dell’azienda agricola con il vicino torrente. Oltre a ciò verranno proposte varie attività ludiche, atelier di riuso creativo di materiali di riciclo, visite a fattorie didattiche e strutture di emergenza, ecc...il tutto tenendo sempre presenti le finalità di educazione ambientale del campo.”

Le attività sono quindi all’aria aperta ed in un contesto lontano da quello solito scolastico, in mezzo al verde e agli animali (pecore, capretta, conigli, galline) con la contemporanea comodità per i genitori di trovarci in piena città. Ogni settimana verrà dedicata ad una specifica tematica ambientale, di modo che attraverso giochi, teatro, animazione, visite didattiche ecc. i bambini possano confrontarsi in maniera più consapevole con la realtà che li circonda...e tutto questo divertendosi. Ogni due settimane è prevista un’uscita della durata di un giorno intero per conoscere l’ambiente della nostra provincia.

Nelle tre settimane di riapertura prima della pausa estiva, fra le varie attività, si andranno a visitare i cavalli, si lavorerà la lana delle nostre pecore e si vendemmierà e pigerà l’uva per preparare il mosto.

Saremo come sempre in compagnia di nostre pecore (e dei die agnellini nati da poco), conigli, galline, ma non sempre si rimane in stalla, si realizzeranno anche delle uscite: Cerwood, le Salse di Nirano, Parco di Monte Fuso, ecc…  Il giorno di apertura è l’ 8 di giugno. Il contributo di partecipazione è di 50 € da versare al momento dell’iscrizione con sconto per i fratelli. E quest’anno grande novità: viste le numerose richieste è stato attivato un gruppo per i più piccoli (dai 4 anni).

Il Biologioco sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 7,30 alle 13 circa.

Per prenotare si deve inviare la scheda d'iscrizione alla mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o al fax 0522/391458. Per info: 0522/431166 (Irene). Altre informazioni su www.legambientereggioemilia.it

 

SCARICA QUI IL VOLANTINO CON LA SCHEDA D'ISCRIZIONE

 

 

Il Riciclo, mercatino del riuso di Legambiente

In considerazione delle nuove norme chi dovrebbero uscire a breva da parte della regione Emilia romagna riguardanti i mercatini del riuso, il nostro primo mercatino Il Riciclo al parcheggio della Polveriera nel 2020 si terrà domenica 17 maggio (previa autorizzazione da parte dell'amministrazione comunale di Reggio Emilia).

Tutti coloro che intendono partecipare al mercatino "Il Riciclo" di Legambiente Reggio Emilia devono REGISTRARSI preventivamente sul sito http://mercatini.legambientereggioemilia.it compilando i dati richiesti. Seguirà da parte di Legambiente la conferma della avvenuta registrazione. La registrazione - e solo questa- da la possibilità d'iscriversi ai mercatini alla data e ora di volta in volta stabiliti durante l'anno.

Comunicati Stampa

CONTROLLATI MOLTI CACCIATORI DALLE GUARDIE ECOLOGICHE DI LEGAMBIENTE NELLA PRIMA GIORNATA DI APERTURA ALL'ATTIVITA' VENATORIA ALLA FAUNA STANZIALE

Reggio Emilia, li 19 settembre 2021

Sono stati circa 90 i cacciatori controllati in quesa prima mattina di attività ventoria - dichiara Massimo Becchi presidente di Legambiente Reggio Emilia - alla fauna stanziale, ossia soprattutto fagiani e lepri, che ogni anno rappresenta un momento fondamentale per la ciaccia ma anche un momento delicato per la vigilanza sul territorio, in buona parte effettuata da volontari come le nostre Guardie Ecologiche. Con cinque squadre sono state controllate ampie porzioni di territorio sia nalla bassa reggiana, nella zona di Correggio, Reggio e Scandiano e in Val d'Enza. Se si esclude un caso isolato non sono state elevati verbali ed è stata buona la collaborazione dei cacciatori, in parte reggiani e in parte provenienti da fuori regione (soprattutto toscani). E' da rilevare - conclude Becchi - come rispetto agli anni passati dove il fagiano la faceva da padrone nel carniere, quest'anno ci sia stato una netta prevalenza di lepri abbattute, molto più presenti sul territorio dei volatili, che hanno accusato probabilmente un drastico calo legato anche alla prolungata siccità".

L'ufficio stampa: 348.7419763