Campi Gioco

DocumentiData di inserimento

Ordina per : Nome | Data | Click [ Crescente ]
file icon Assemblea 2019hot!Tooltip 07/10/2019 Click: 1039
file icon Volantino Biologioco 2018hot!Tooltip 11/04/2018 Click: 2430
file icon Scheda iscrizione lab nat 2017hot!Tooltip 06/11/2017 Click: 1309
file icon Larazza_A4_programmahot!Tooltip 02/05/2017 Click: 2579
file icon Volantino Biologioco 2017hot!Tooltip 22/03/2017 Click: 1959
file icon volantino corso GEV 2017hot!Tooltip 09/02/2017 Click: 1635
file icon Ultima settimana 2016hot!Tooltip 05/09/2016 Click: 1820
file icon campo giochi 2016hot!Tooltip 08/06/2016 Click: 2726
file icon Volantino Razza 2016hot!Tooltip 14/03/2016 Click: 3581
file icon Campo giochi Biologioco 2015hot!Tooltip 10/05/2015 Click: 2666
file icon Biologioco Someggiato 2012hot!Tooltip 06/03/2012 Click: 1261
file icon Volantino La Razza 2012hot!Tooltip 29/02/2012 Click: 1829
file icon Biologioco 2012hot!Tooltip 24/02/2012 Click: 1150

Comunicati Stampa

CONTROLLATI MOLTI CACCIATORI DALLE GUARDIE ECOLOGICHE DI LEGAMBIENTE NELLA PRIMA GIORNATA DI APERTURA ALL'ATTIVITA' VENATORIA ALLA FAUNA STANZIALE

Reggio Emilia, li 19 settembre 2021

Sono stati circa 90 i cacciatori controllati in quesa prima mattina di attività ventoria - dichiara Massimo Becchi presidente di Legambiente Reggio Emilia - alla fauna stanziale, ossia soprattutto fagiani e lepri, che ogni anno rappresenta un momento fondamentale per la ciaccia ma anche un momento delicato per la vigilanza sul territorio, in buona parte effettuata da volontari come le nostre Guardie Ecologiche. Con cinque squadre sono state controllate ampie porzioni di territorio sia nalla bassa reggiana, nella zona di Correggio, Reggio e Scandiano e in Val d'Enza. Se si esclude un caso isolato non sono state elevati verbali ed è stata buona la collaborazione dei cacciatori, in parte reggiani e in parte provenienti da fuori regione (soprattutto toscani). E' da rilevare - conclude Becchi - come rispetto agli anni passati dove il fagiano la faceva da padrone nel carniere, quest'anno ci sia stato una netta prevalenza di lepri abbattute, molto più presenti sul territorio dei volatili, che hanno accusato probabilmente un drastico calo legato anche alla prolungata siccità".

L'ufficio stampa: 348.7419763