Visitateci!
Come raggiungerci
 
 
La Riserva Naturale Orientata dei Fontanili di Corte Valle Re é situata sul bordo dell'autostrada Milano - Bologna, nel territorio di Campegine, un piccolo comune rurale in provincia di Reggio Emilia, a una ventina di chilometri dal capoluogo e da Parma.
Arrivando in autostrada, una volta usciti al casello di Reggio, seguendo le indicazioni per Mantova si raggiungono Cadelbosco di Sopra e poi Campegine: dal pese, via Cavatorti, che poi diventa Strada della Razza, conduce a Corte Valle Re.
Lungo la Via Emilia, invece, esistono diverse possibilità di deviare per Campegine (a Modena, Cella, Calerno, Sant'Ialrio d'Enza, Ponte d'Enza).
La statale 358 proveniente da Brescello,infine, collega Campegine con il mantovano e il cremonese.
 
Sede del parco
 
Comune di Campegine, Piazza Caduti del Macinato, 1
42020 Campegine (RE);
tel 0522676521, fax 0522676314
 
Musei 
 
Museo Cervi,
Gattatico, Via Fratelli Cervi.
Dedicato alla famiglia omonima, ospita una mostra sulle tradizioni rurali locali e sulla Resistenza.
 
Informazioni turistiche
 
IAT Ufficio di Informazione e Accoglienza Turistica di Reggio Emilia,
Piazza Prampolini, 5, tel. 0522451152
 

Comunicati Stampa

CONTROLLATI MOLTI CACCIATORI DALLE GUARDIE ECOLOGICHE DI LEGAMBIENTE NELLA PRIMA GIORNATA DI APERTURA ALL'ATTIVITA' VENATORIA ALLA FAUNA STANZIALE

Reggio Emilia, li 19 settembre 2021

Sono stati circa 90 i cacciatori controllati in quesa prima mattina di attività ventoria - dichiara Massimo Becchi presidente di Legambiente Reggio Emilia - alla fauna stanziale, ossia soprattutto fagiani e lepri, che ogni anno rappresenta un momento fondamentale per la ciaccia ma anche un momento delicato per la vigilanza sul territorio, in buona parte effettuata da volontari come le nostre Guardie Ecologiche. Con cinque squadre sono state controllate ampie porzioni di territorio sia nalla bassa reggiana, nella zona di Correggio, Reggio e Scandiano e in Val d'Enza. Se si esclude un caso isolato non sono state elevati verbali ed è stata buona la collaborazione dei cacciatori, in parte reggiani e in parte provenienti da fuori regione (soprattutto toscani). E' da rilevare - conclude Becchi - come rispetto agli anni passati dove il fagiano la faceva da padrone nel carniere, quest'anno ci sia stato una netta prevalenza di lepri abbattute, molto più presenti sul territorio dei volatili, che hanno accusato probabilmente un drastico calo legato anche alla prolungata siccità".

L'ufficio stampa: 348.7419763