Reggio Emilia 23 aprile 2009

MUSICA, LETTURE E L’ALLEGRIA DELLE ASINELLE SUI SENTIERI PARTIGIANI

L’Ostello e l’Asineria dei Balocchi di Casalino di Ligonchio gestito dalla Legambiente Reggio Emilia, organizza per il 25 Aprile, in collaborazione con Istoreco, una passeggiata “someggiata” sul sentiero Partigiano Montecagno - Monte Rimondatino.

Ligonchio - I sentieri, si sà, sono strade della vita, sono rami dell'albero dell' esistenza che accompagnano l'uomo alle sue mete, laddove le mete si intersecano con le emozioni. “ Camminare a fianco di un asino – racconta Sara Zannoni, responsabile Scuole ed Educazione Ambientale per l’Ostello dei Balocchi di Casalino di Ligonchio - è una sensazione che riporta indietro nel tempo, a quando i viandanti cadenzavano il passo sullo scandire delle giornate; è un'azione impressa nelle abitudini dell'uomo, da quando, sempre con l'animale al fianco, ha percorso i primi passi sulla strada della storia. E oggi come allora, l'asino è compagno di viaggio”.
Arriva da Ligonchio, nel cuore del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco – Emiliano, questa originale ed interessante iniziativa che vuole unire agli aspetti naturalistici di un paesaggio incantato, la musica e il ricordo, con l’allegria e le emozioni che solo gli asini, animali ormai ingiustamente dimenticati, sono in grado di trasmettere.
L’Ostello ed Asineria dei Balocchi di Casalino di Ligonchio, gestito dalla Legambiente Reggio Emilia, è la prima ed unica realtà del nostro Appennino che propone attività escursionistiche con l’ausilio degli Asini, nell'ambito del progetto di valorizzazione territoriale attraverso forme di turismo innovative, e che, in collaborazione con ISTORECO, ha organizzato per Sabato 25 Aprile, una passeggiata “someggiata” attraverso il sentiero partigiano che da Montecagno (Ligonchio) porta fino al Monte Rimondatino, postazione tedesca di artiglieria.
“ Per tutta la giornata – spiega Sara Zannoni - ci accompagneranno, oltre all’allegria delle nostre Asinelle che aiuteranno i più piccoli ad affrontare il percorso, i musicisti della banda dei “Ciocapiat” di Bologna, che eseguiranno durante le soste, letture e brani musicali legati alla Resistenza. Si pranza all’aperto insieme al Partigiano Fernando Cavazzini , detto “Toni”, ed ai suoi affascinanti racconti di lotta per la Liberazione”.
Un modo diverso per celebrare la Festa della Liberazione dal Nazi-Fascismo, ma anche un modo nuovo di valorizzare il nostro territorio, mettendo in risalto una parte storica d’importanza fondamentale che ha contribuito a formare l’identità del popolo montanaro e che anche grazie a questa iniziativa può continuare ad essere tramandato alle nuove generazioni.
Il ritrovo per la partenza è a Montecagno alle ore 10.00 e per informazioni potete contattare l’Ostello dei Balocchi al numero 347/4878744.

 

 

Il Riciclo, mercatino del riuso di Legambiente

In considerazione delle nuove norme chi dovrebbero uscire a breva da parte della regione Emilia romagna riguardanti i mercatini del riuso, il nostro primo mercatino Il Riciclo al parcheggio della Polveriera nel 2020 si terrà domenica 17 maggio (previa autorizzazione da parte dell'amministrazione comunale di Reggio Emilia).

Tutti coloro che intendono partecipare al mercatino "Il Riciclo" di Legambiente Reggio Emilia devono REGISTRARSI preventivamente sul sito http://mercatini.legambientereggioemilia.it compilando i dati richiesti. Seguirà da parte di Legambiente la conferma della avvenuta registrazione. La registrazione - e solo questa- da la possibilità d'iscriversi ai mercatini alla data e ora di volta in volta stabiliti durante l'anno.

Comunicati Stampa

Solo nell’ultimo weekend dai sopralluoghi delle nostre Guardie Ecologiche – dichiara Massimo Becchi presidente di Legambiente Reggio Emilia – sono emersi due nuovi abbandoni nelle campagne intorno alla città, di particolare gravità visto che si tratta di rifiuti speciali e di ritrovamento di diversi sacchi contenente cartongesso, abbandonati nell’alveo del torrente Crostolo in località Cadelbosco di Sopra. Per non farsi mancare nulla, in prossimità di Casa Manfredi a Villa Sesso durante una attività di plogging sono stati rinvenuti 30 sacchi contenuti scarti edili. E’ evidente che questi rifiuti sono stati scaricati da furgoni e non certo da autovetture. In questi casi le nostre Guardie Ecologiche hanno verificato l’eventuale presenza di elementi atti a rintracciare i responsabili e poi segnalato agli organi competenti. Non sono mancate le sorpese al parco del Mauriziano, da poco oggetto di pulizia, dove, oltre alla ormai immancabili sinringhe, è stata rinvenuta una pistola scacciacani e dei sex toys.

A fronte di queste situazione si è registrato nelle ultime settimane un aumento esponenziale delle iniziative di pulizia da parte dei cittadini, che armati di sacchetti e guanti, da soli o in piccoli gruppi, hanno raccolto rifiuti in tutta la provincia: un’iniziativa lodevole che a Reggio in particolare si scontra però con l’impossibilità di conferire questi rifiuti nelle isole ecologiche a seguito del nuovo sistema di tariffazione puntuale dei rifiuti indifferenziati e del conseguente divieto da parte dei cittadini di portare i sacchi di ingombranti nelle isole ecologiche, con il rischio che poi quanto raccolto resti a lungo a bordo strada.

Per tutelare il nostro territorio resta fondamentale la collaborazione con i cittadini, che frequentano luoghi solitamente non controllati dalla normale vigilanza. Per le segnalazioni si può chiamare il n° 0522.431166 o scrivere a info@legambientereggioemilia.it